rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Centro sportivo Ternana, Federico Cini: “Martedì la commissione poi passaggi a Palazzo Spada”. Ecco quando partiranno i lavori

Dalla presentazione del progetto nella sala stampa del Liberati fino alle procedure propedeutiche all’inizio degli interventi nella zona di Villa Palma

Un nuovo passaggio piuttosto importante per la realizzazione del Centro Sportivo della Ternana che sorgerà tra Strada del Gioglio e strada di Santa Maria la Rocca. L’assessore all’urbanistica Federico Cini infatti annuncia che: “Martedì 22 febbraio si terrà la commissione per la qualità architettonica e paesaggio. La stessa valuterà la variante urbanistica alla parte operativa del Prg ed una volta ricevuto il via libera si redigerà la delibera di consiglio. Successiva illustrazione alla giunta municipale, passaggio in prima commissione ed infine ultimo step in Consiglio comunale. Una volta adottata ci sono tempi di legge da rispettare e l’approvazione definitiva. Al termine di questa procedura la Ternana diventerà proprietaria del terreno, urbanisticamente pronto per l’inizio dei lavori”.

Sulla data di inizio degli interventi l’assessore Cini non si sbilancia. Tuttavia è ipotizzabile che entro il mese di giugno potrebbe esserci il via libera. La realizzazione dei campi, la palestra, il convitto, le strutture sanitarie per un complesso che porterà dei notevoli benefici sia alla prima squadra che alla formazione primavera. A tal proposito Federico Cini riavvolge il nastro di quanto accaduto fin qui: “La società di via della Bardesca ha individuato quella zona anche per una ragione specifica, poiché area pronta da un punto di vista urbanistico ossia FD4 ossia classificabile come zona a verde sportivo privato. La richiesta di variante ufficiale è pervenuta nei primi di settembre (il 3 settembre la conferenza stampa di Sergio Anibaldi e Paolo Tagliavento) successiva alle prime interlocuzioni formali”.

Ulteriore aspetto esaminato: “La giunta aveva dato mandato agli uffici di cominciare a preparare questa pratica. Un percorso snodato su due binari. La parte urbanistica per adeguare l’area e quella patrimoniale per la preparazione della vendita del terreno. Da quel momento abbiamo costruito tale variante con gli uffici, su mandato dell’esecutivo. Come da iter il documento è stato esaminato dalla Regione per la procedura di verifica alla Valutazione ambientale strategica. La Regione ha messo una serie di prescrizioni mentre il Comune ha fatto una serie di approfondimenti”.

Focus sulla struttura: “Sussisteva la comprensibile necessità di fare un centro sportivo funzionale, da parte della Ternana. Avere pertanto gli spazi idonei ai loro bisogni. Abbiamo fatto ulteriori approfondimenti sulla viabilità perché volevamo essere certi che non si creassero dei carichi viari, su quella zona. Un focus a tutela dei cittadini che vi abitano ed abiteranno. Di sicuro – conclude l’assessore – si tratta di una bella opportunità di sviluppo per la città, soprattutto perché la società porta il nome del nostro capoluogo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro sportivo Ternana, Federico Cini: “Martedì la commissione poi passaggi a Palazzo Spada”. Ecco quando partiranno i lavori

TerniToday è in caricamento