rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità

L’idea di un imprenditore ternano diventa attività: “Dai momenti più difficili nasce una sinergia tra aziende del territorio”

Il racconto di Francesco Mecarelli che è riuscito a coinvolgere diverse attività del ternano per dar vita ad un servizio delivery, concepito durante il lockdown

“Le idee, a volte, nascono nelle situazioni più difficili”. Un’azienda di famiglia alle spalle, specializzata nella gastronomia e l’ambizione di lanciare un nuovo servizio di consegna a domicilio, durante il lockdown. L’imprenditore Francesco Mecarelli è riuscito a coinvolgere diverse realtà del territorio e dar vita a ‘Satollo’ ossia un’attività che racchiude diverse produzioni afferenti al territorio.

“Era un periodo piuttosto complicato dove non si poteva usciva di casa” ricorda Francesco. “Così ho pensato di dar vita ad un delivery per cercare di sopperire alle criticità del momento”. L’attività familiare: “Da quindici anni ci occupiamo di servire la grande distribuzione, e non solo, mediante takeaway. In questo contesto di emergenza ho deciso di affiancarmi a mio padre”. Come funziona: “Prendo gli ordini ogni lunedì e mercoledì e consegno, di solito, nelle giornate di martedì e venerdì. Ho raccolto le adesioni di diverse realtà del ternano, andando così a fornire diverse opportunità di scelta per la clientela. La gastronomia è prodotta da noi. Abbiniamo prodotti del panificio Fioretti-Orsi di Arrone. Inoltre la pasta Antichi Sapori di Guardea e la carne di Stefanangeli di Stroncone. Infine le mozzarelle di bufala che prendo da fuori regione”. Non solo: “Computiamo anche dei prodotti stagionali che arrivano da piccoli produttori come, ad esempio, coltivatori”. La principale differenza: “Rispetto all’attività a conduzione familiare mi sono specializzato nel servire i privati, dalle famiglie ai dipendenti delle aziende”.

Il progetto: “L’ho presentato ad ogni singola realtà proprio per promuovere le primizie che offre il ternano. Probabilmente non siamo abilissimi a sfruttare al meglio le nostre risorse. Così ho pensato di creare una sinergia, proprio per aiutarci l’uno con l’altro, in una fase alquanto complessa, e proporre al consumatore dei prodotti locali, di qualità e freschi”. Alcune leccornie sono state pensate per tale servizio: “Ad esempio il pane alla porchetta, i tozzetti artigianali. Diverse sfiziosità che magari è difficile reperire. Un coinvolgimento che, gioco forza, ha portato dei benefici soprattutto perché, nella fase di emergenza sanitaria, molte aziende del settore sono andate in crisi. Quindi la collaborazione ha incrementato la mole di lavoro di ognuno”.

Un’idea iniziale, lo sviluppo del progetto ed il superamento dell’emergenza sanitaria: “Il bello è che riceviamo continui feedback. Il passaparola ha funzionato, aspetto predominante per far proseguire tale servizio a domicilio. Dopo aver radunato gli ordini, attendo la consegna della merce dalle rispettive attività coinvolte per poi procedere con la distribuzione. Non ci sono sprechi poiché vendo tutto ciò che arriva. Oltre alle abitazioni raggiungo anche i posti di lavoro, dopo aver proposto tale servizio alle singole aziende. Da poco tempo ho anche preso una licenza per vendere i prodotti nei mercati”.

Pochi giorni fa lo spazio di Largo Frankl ha ospitato lo street food: “Ho accettato di partecipare. Ero l’unico umbro presente poiché l’evento raccoglieva tutto il buono che c’è in giro in Italia. Mancava qualcosa del territorio e sono riuscito ad inserirmi. Ho proposto tozzetti, marmellate del panificio, ciambelle. Insomma un angolo del dolce, in stretta sinergia con il forno di Arrone”.

Ad accompagnare Francesco nel suo lavoro, soprattutto nel weekend c’è Valeria: “La mia compagna di viaggio e di vita. Dopo anni di lavoro nel settore alimentare – il messaggio finale di Francesco - ho deciso di costruire qualcosa di nuovo che potesse venire in contro alle esigenze delle persone e di questo nuovo tempo. Credo nel cambiamento, e nella necessità di qualcosa di innovativo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’idea di un imprenditore ternano diventa attività: “Dai momenti più difficili nasce una sinergia tra aziende del territorio”

TerniToday è in caricamento