Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

L’ultimo Natale di Charlot, il videoracconto letto da Marzia Ubaldi

Accadde a Natale, un racconto al giorno: il testo dedicato alla morte di Charlie Chaplin, avvenuta il 25 dicembre del 1977

Il giorno di Natale del 1977, mentre su Rai Uno andava in onda per la prima volta la versione televisiva di Natale in casa Cupiello di Eduardo De Filippo, si spegneva a 88 anni nella sua villa di Vevey, in Svizzera, il più grande comico di tutti i tempi: Charlie Chaplin.

Erano passati esattamente dieci anni dal suo ultimo film, La contessa di Hong Kong con Marlon Brando e Sofia Loren, l’unico a colori, e cinque dall’Oscar alla carriera che lo riconciliò con l’America dopo vent’anni di esilio.

Ho scritto la prima stesura di Accadde a Natale dal 23 al 27 dicembre 1997, quando ricorrevano i vent’anni dalla morte di Chaplin. A quei tempi sembravano un’eternità (anche perché io, allora, di anni ne avevo 22) e fa impressione pensare che da quella prima stesura alla versione definitiva pubblicata da Graphe.it ne sono passati ventitré.

LA SCHEDA | Accadde a Natale, il nuovo libro di Arnaldo Casali

Non potevo ignorare quell’anniversario non solo perché Chaplin è uno degli artisti che amo di più in assoluto, ma anche perché il film sulla sua vita (diretto da Richard Attemborough nel 1992, lanciò Robert Downey Jr e vedeva nel cast anche Geraldine Chaplin nel ruolo di sua nonna, Dan Aykroyd, Anthony Hopkins, Diane Lane, Milla Jovovic, Kevin Kline e Marisa Tomei) è un capolavoro che mi ha profondamente segnato e avevo letto da poco l’autobiografia di Charlot, tanto voluminosa quanto appassionante.

La morte nella notte di Natale diventa così l’occasione per raccontare – attraverso un lungo flusso di pensieri – tutta la vita di questo gigantesco uomo, che è stato ben più dell’icona che tutti conosciamo.

Esattamente dieci anni dopo averlo scritto, ho avuto modo di registrarne una versione radiofonica con una delle voci più belle del cinema italiano: Marzia Ubaldi.

Marzia-Ubaldi-1-2Attrice in teatro, cinema e televisione (è attualmente nel cast delle fiction L’allieva e Suburra e del film I predatori di Pietro Castellitto), moglie di Gastone Moschin e fondatrice della scuola di teatro Mumos, Marzia Ubaldi è anche la voce italiana di Judi Dench, Maggie Smith, Anne Bancroft, Gena Rowlands, Vanessa Redgrave e Jeanne Moreau.

Possiamo dire dunque, che l’interprete è decisamente all’altezza del personaggio: peraltro il carisma di Marzia l’ha portata a personalizzare molto questa interpretazione, aggiungendo al testo alcuni dettagli (come il rapporto con i soldi e la passione per le ragazze giovanissime).

Proprio mentre registrava questo racconto, tra l’altro, Marzia dava la sua voce anche ad un’altra opera natalizia, decisamente più importante: la versione cinematografica di Canto di Natale di Dickens, diretta da Robert Zemeckis e interpretata da Jim Carrey.

Dieci anni dopo la versione radiofonica, Marzia è tornata ad interpretare Natale 1977 dal vivo, in occasione della presentazione della versione restaurata di Tempi Moderni al Cinema Politeama di Terni, affiancata sul palco dal musicista Emanuele Grigioni.

LEGGI | Accadde a Natale, tutti i racconti

Una serata memorabile che si potrà rivedere il giorno di Natale alle 18 nello speciale “Popoli e Religioni – Accade a Natale” trasmesso in diretta sul profilo facebook e youtube del Terni Film Festival.

Buona visione!

GUARDA IL VIDEORACCONTO

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ultimo Natale di Charlot, il videoracconto letto da Marzia Ubaldi

TerniToday è in caricamento