La campionessa della nazionale italiana Miriam Sylla a Terni: una gradita visita che non è passata inosservata

Una passeggiata in città o lungo il lago di Piediluco dove ha postato alcune foto sul profilo ufficiale di instagram

foto tratta da instagram

E’ tra le più forti giocatrici di pallavolo in Italia ed Europa. La schiacciatrice Miriam Sylla ha postato alcune foto le quali la ritraggono lungo le rive del lago di Piediluco. Il motivo riconducibile alla sua presenza - nel territorio ternano - risiede nell’amicizia che la lega con la dottoressa Alessandra Favoriti, la quale fa parte integrante dello staff medico della nazionale italiana. Qualche giorno di relax in giro per la città, ed altri luoghi limitrofi, per la classe 1995 dell’Imoco Conegliano, formazione pigliatutto del campionato italiano.

Le ragazze gialloblù infatti hanno conquistato Coppa Italia, Supercoppa Italiana ed il campionato mondiale per club prima di terminare anticipatamente la stagione – prime in classifica con 57 punti – a causa dell’emergenza sanitaria. La presenza di Miriam Sylla non è di certo passata inosservata a Terni. Come è noto nel 2018 ha centrato la finalissima iridata con le sue compagne di nazionale cedendo alla Serbia solo al tie break. Lo scorso anno invece ha conquistato la medaglia di bronzo ai recenti campionati europei. Ora focus sui prossimi giochi olimpici che la vedranno grande protagonista con la maglia dell’Italia.  

5004ff67-96a1-4f54-a973-20548de75f6a-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento