"La chiesa di Santa Maria delle Grazie deve essere subito restaurata": pressing di Michele Rossi

Il consigliere di Terni Civica invita a un rapido reperimento di fondi per la chiesa all'interno del parco Le Grazie dopo la donazione della Asl alla Diocesi: "E' un bene prezioso per tutti e va valorizzata subito"

La chiesa di Santa Maria delle Grazie viene donata dalla Asl alla Diocesi. bene, ma dovrebbe essere subito restaurata e trovare i fondi: lo spiega il consigliere comunale di Terni Civica Michele Rossi: "Dopo 5 lunghissimi anni  - dice - finalmente giovedi tornerà fruibile lo storico parco "le grazie", uno dei più antichi della città. Sarà una grande festa della città. É stato fatto un importante lavoro di messa in sicurezza sostituendo gli alberi giudicati pericolosi con nuove piantumazioni. Il felice e meritevole traguardo mi è utile per porre attenzione sulla Chiesa di Santa Maria delle grazie che si trova proprio immersa tra questi alberi secolari e che da sempre rappresenta un punto di riferimento della tradizione religiosa cittadina.

Oggi ho avuto modo di entrarvi accompagnato dal direttore dei lavori. Ed è stata per me la prima volta (molti della mia generazione non hanno mai avuto questa possibilità... chiusa da circa 20 anni). Ho provato una grande emozione nel vedere cosi tanta bellezza dimenticata.

È un bene culturale di antica data e indubbio valore artistico poco noto se non sconosciuto sopratutto dalle nuove generazioni.
Una  Chiesa che è una delle più preziose e antiche della nostra città. Una delle più belle chiese che conserva affreschi mirabili e preziosi. Numerose delle opere collocate originariamente in questo sito, passate poi alla collezione comunale, sono oggi esposte nella pinacoteca comunale al Caos.
Si tratta di una storica costruzione facente parte di un ampio convento fondato da San Bernardino da Siena durante il suo soggiorno a Terni sorto nel bosco presso la fonte denominata allora Pan Perduto. La Chiesa e il convento vennero ultimati alla fine del sec. XV. Nel secolo successivo la Chiesa fu decorata con dipinti di Nicolò Alunno, di Giovanni Spagna e del Perugino. Poi fu arricchita nel sec. XVI di cappelle e ornata di ulteriori affreschi. Nel 1657 il convento fu trasformato in un lazzaretto; con l'occupazione francese venne adibito in ospedale militare. Dopo l'unità d'Italia il complesso fu ceduto al Comune di Terni che lo utilizzo' da Ospizio per cronici e mendicanti. Durante l'ultima guerra fu utilizzato come ospedale poi a casa di riposo per anziani.
La Chiesa inserita nel complesso immobiliare "le grazie" è oggi affidata in convenzione all'Asl. Questo se da un lato ha garantito il restauro della Chiesa (circa 10 anni fa) e il rifacimento del tetto della stessa dal quale vi entrava l'acqua piovana  (lavori che si stanno concludendo proprio in questi giorni) dall'altro l'ha inibita al pubblico, proibendo in tal modo di poter godere della bellezza dei suoi affreschi.
La Chiesa per essere riaperta ha bisogno di ulteriori lavori di messa in sicurezza degli affreschi (occorre trovare risorse pubbliche o private) in tempi brevi approfittando dei ponteggi ancora in loco, per poi programmarne altri di restauro.
Ritengo importante far conoscere la rilevanza artistica di questo bene e sollecitarne la riapertura al culto o comunque al pubblico, in una operazione di riappropriazione comunitaria di quello che è sicuramente una parte importante della nostro patrimonio culturale. Per questo motivo nei prossimi giorni oltre a presentare opportuna interrogazione di sollecito alla mia amministrazione intendo adoperarmi in prima persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento