La Diocesi celebra i Protomartiri, al santuario di Sant'Antonio si può chiedere una grazia speciale

Domenica primo marzo il vescovo Piemontese, durante la messa delle 18.30, annuncerà che sarà possibile ottenere l'indulgenza plenaria e godere di una grazia speciale, dal primo marzo 2020 al 21 gennaio 2021

La Diocesi di Terni, Narni e Amelia celebra l'ottavo centenario della morte dei Protomartiri francescani, uccisi in Marocco nel 1220.

I cinque frati erano esattamente Berardo da Calvi, Pietro da S. Gemini, Ottone da Stroncane, Accursio e Adiuto di Narni.

La vista dei corpi martirizzati dei cinque frati fu all'origine della scelta francescana di Sant'Antonio di Padova; per questo il suddetto centenario è celebrato con particolare solennità a Coimbra e Ceuta, ossia le città in cui il santo patavino ebbe notizia della testimonianza dei cinque frati Minori inviati a predicare da san Francesco d'Assisi.

L'anno giubilare, aperto il 19 gennaio 2020, a Terni avrà come punto di riferimento la chiesa di Sant'Antonio di Padova, dichiarato già da un decennio Santuario Antoniano dei Protomartiri Francescani in quanto custodisce e vi sono venerate le reliquie dei frati morti in Marocco.

A motivo di tale Centenario domenica 1 marzo 2020 il vescovo di Terni, monsignor Giuseppe Piemontese, durante la celebrazione della santa Messa delle ore 18.30, annuncerà che in tale santuario sarà possibile lucrare l'indulgenza plenaria, ossia godere di una grazia speciale, dal primo marzo 2020 al 21 gennaio 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento