menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La "Fiaba di Pasqua" al Santa Maria. Speranza e coraggio a chi vive "in frontiera". Lo spettacolo di Stefano De Majo e Francesca Stefanini

L'artista e la dottoressa violinista, tornano al Santa Maria con la loro arte e allietare la mattina di Pasqua a chi soffre e lotta ogni giorno con un messaggio di speranza: "Nulla finisce e tutto continua, se mosso dall'amore”

Anche in occasione della Pasqua, così come era stato fatto durante tutto il periodo di Natale, l'attore Stefano de Majo, tornerà all'ospedale Santa Maria di Terni per portare la sua arte teatrale.

La mattina della domenica di Pasqua, alle 8:30, proprio il Santa Maria ospiterà un evento che unisce teatro, cultura e solidarietà, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera e con la partecipazione delle Volanti della Questura di Terni. Il tutto nel pieno rispetto delle normative anticovid.

Per l’occasione sarà messa in scena una fiaba scritta per le celebrazioni pasquali da Stefano de Majo. Alle 8:30, momento del cambio del turno, sul piazzale antistante il reparto di Malattie Infettive, con la partecipazione delle volanti della Questura, ci sarà il via alla performance artistica di Stefano de Majo con l'accompagnamento al violino di una musicista d'eccezione, la dottoressa Francesca Stefanini, diplomata al conservatorio e al contempo medico presso l'ospedale di Spoleto.

La dottoressa Stefanini suonerà una composizione tratta dall'opera di Mascagni, adattata alla fiaba. “La fiaba di Pasqua - spiega de Majo - come ogni fiaba non è solo per bambini: offrirà a tutti i presenti un dono simbolico ma sentito, di speranza e di vera rinascita, nel pieno spirito della Pasqua. Narrerà in forma poetica e surreale le vicende di una vecchia gallina e di un piccolo agnello, a impersonare antichi simboli e riti ancestrali, sempre attuali e incastonati nell'eterno ciclo della vita, dove nulla finisce e tutto continua, se mosso dall'amore”.

La performance sarà poi successivamente replicata durante la stessa mattina intorno alle 12:15 al termine della messa tenuta nella Cattedrale di Terni, anche con diretta streaming sui canali della diocesi. L'evento terminerà poi con un terzo e ultimo appuntamento, con un dono, in forma strettamente privata, alla famiglia del piccolo Andrea, bimbo che, insieme ai suoi genitori, sta affrontando una malattia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento