Attualità

La storia di Terni, il quartiere di Città Giardino e gli eventi per il centenario: “Occasione per un maggior coinvolgimento dei cittadini”

L’atto di indirizzo presentato da Michele Rossi votato all’unanimità dal consiglio comunale e le iniziative sullo stile ‘garden city’ della Garbatella

foto Giacomo Sirchia

Centouno anni dall’avvio del cantiere di realizzazione di Città Giardino. Il 2 ottobre 1920 infatti venne dato l’avvio per i lavori propedeutici alla costruzione di uno dei quartieri storici di Terni. Lo scorso 3 marzo 2020 il capogruppo di Terni Civica Michele Rossi presentò un atto di indirizzo con la finalità di promuovere iniziative, in occasione del centenario, sullo stile ‘garden city’ della Garbatella. Mostre fotografiche, concerti, spettacoli, street food e street dinner. Contestualmente però, proprio in quella data, fu ufficializzato il primo caso di contagio che poi, diede il via, alla fase di emergenza sanitaria la quale contraddistinse anche il capoluogo di provincia.

A distanza di quasi un anno, nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, all’ordine del giorno è stato inserito anche l’atto su Città Giardino. Un quartiere che merita grande attenzione, anche per la presenza di edifici, particolarità ed infine – al termine di via Piave – del Caos. Durante la discussione la consigliera di Fratelli d’Italia Monia Santini ha sostenuto l’iniziativa di Michele Rossi: “E’ sempre un’ottima occasione per conoscere parte di storia della città di Terni, attraverso gli interventi del capogruppo” ha affermato. “Crediamo fortemente in un maggior coinvolgimento da parte delle singole comunità. Festeggiare cento anni per un quartiere non è cosa da poco. Farlo per ogni parte della città sarebbe necessario per ascoltare e farsi ascoltare e far sentire importanti i residenti che vi abitano”.

Il capogruppo Alessandro Gentiletti ha ricordato il volume a cura della professoressa Cecilia Cristofori aggiungendo che: “La valorizzazione di Città Giardino è fondamentale”. Inoltre: “L’idea originaria del progetto creativo della città dell’acciaio è sicuramente molto interessante. Un quartiere vivo che merita di essere ravvivato”. Tale documento è stato votato all’unanimità, senza un ulteriore passaggio in commissione. In attesa di auspicate novità, sul fronte pandemico, ed in previsione della bella stagione tali manifestazioni – sempre conformandosi a tutti i protocolli in auge – potrebbero concretizzarsi. Come ricordato da Rossi: “Si potrebbero coinvolgere le varie associazioni, la parrocchia, gli operatori economici ed i laboratori artigianali per la realizzazione di tali eventi”. Tutto ciò, naturalmente, anche a vantaggio dello stesso quartiere che merita, oggettivamente, una maggiore considerazione.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia di Terni, il quartiere di Città Giardino e gli eventi per il centenario: “Occasione per un maggior coinvolgimento dei cittadini”

TerniToday è in caricamento