Lunedì, 26 Luglio 2021
Attualità

LA STORIA | "Siete l'orgoglio di questa Italia malandata. Grazie infinite". La lettera ai medici e sanitari del Santa Maria

La gratitudine della famiglia di una cittadina di Avigliano Umbro ricoverata al reparto covid, ai medici e sanitari del Santa Maria: "Siete l'anima di chi si sacrifica per gli altri"

Paola Seri è una cittadina di Farnetta, piccola frazione fra Avigliano Umbro e Montecastrilli. La sua vita è stata segnata dall'esperienza devastante del coronavirus sino al ricovero al Santa Maria di Terni avvenuto lo scorso 12 novembre. 

Una degenza lunga e complessa - che si è conclusa i primi di gennaio - tanto che la sua presenza nel reparto covid era ormai diventata un punto di riferimento anche per i medici e i sanitari del nosocomio ternano che avevano affetuosamente iniziato a chiamarla "mamma" o "nonna".

Un affetto che la sua famiglia, costantemente presente seppur in modalità remota e con videochiamate, ha voluto resituire con una lettera consegnata nelle mani degli "angeli" del reparto covid del Santa Maria e che riportiamo integralmente di seguito.

"Tutto il personale covid, che in questi lunghissimi giorni si è preso cura di nostra mamma, Paola, Seri, con amore, pazienza ed estrema professionalità, i nostri più sentiti ringraziamenti. 

Nei momenti più duri siete stati, sacrificando la vostra vita, sempre al nostro fianco. 

Se c'è un momento che non dimenticheremo mai, è il vostro volto nelle videochiamate nascoste dietro a quelle visiere, i vostri occhi, la vostra umanità ci ha letteralmente riempito il cuore. 

Un ringraziamento particolare al dott. Campanella che in ogni istante, con grande attenzione e umiltà, ci ha tenuti sempre aggiornati, senza mai arrendersi, cercando con estrema meticolosità le scelte più giuste. 

La nostra famiglia vi è immensamente grata, siete l'orgoglio di questa Italia malandata, l'anima vera di chi si sacrifica per gli altri senza chiedere nulla in cambio.

Con immenso affetto.

La famiglia di Paola Sileri"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA STORIA | "Siete l'orgoglio di questa Italia malandata. Grazie infinite". La lettera ai medici e sanitari del Santa Maria

TerniToday è in caricamento