La Terni che ci piace: la Cascata delle Marmore diventa multiculturale

Un week con il segno positivo per il polo di attrazione turistica ternano, migliaia di visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e non solo

Cascata delle Marmore

Quasi 6000 biglietti staccati tra le giornate di sabato e domenica. Il bilancio è sicuramente positivo e conferma il trend del periodo per la Cascata delle Marmore con il picco fatto registrare proprio durante la giornata di ieri (quasi 3500 tickets ndr). Ciò che emerge dal week end andato in archivio è che il sito turistico funziona e attrae sempre più visitatori al di fuori dei confini territoriali. Andando a dare un’occhiata, nel pomeriggio di domenica, abbiamo infatti ascoltato lingue e culture diverse mescolarsi magicamente con la finalità di poter osservare da vicino quel salto spettacolare, di oltre cento metri. Parcheggi letteralmente sold out, parco adiacente preso d’assalto per rigenerarsi e godere del fresco, magari facendo un pisolino o consumando uno spuntino. Percorsi e terrazze iper frequentati. E’ stato sicuramente confortante vedere così tante persone poter passare qualche ora in uno dei poli più rinomati e conosciuti del territorio ternano anche perché, curiosando in giro, i servizi offerti (dai piccoli sondaggi in giro ndr) hanno soddisfatto ampiamente i presenti. Insomma un bel biglietto da visita per quel turismo chiamato ‘mordi e fuggi’ ma che comunque rappresenta un ottimo viatico per la diffusione del brand ternano oltre i confini nazionali

WhatsApp Image 2019-07-01 at 12.53.28-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento