“L’Obelisco di Pomodoro non è un albero di Natale: deturpato ferocemente della propria identità”. Scatta la petizione

La raccolta firma lanciata su change.org: “Un atto di sdegno e di richiesta affinché siano tutelate le opere d’arte del nostro paese”

foto Giacomo Sirchia

“La Lancia di Luce non è un albero di Natale”. Tra tutte le luminarie posizionate lungo la città c’è n’è una, in particolare, che non è proprio andata giù a tutti i cittadini. Location di riferimento l’obelisco di Arnaldo Pomodoro che domina la rotatoria. Sono infatti stati spenti i faretti i quali – consuetudinariamente - lo illuminavano al calar del sole, per essere sostituiti temporaneamente con delle luci decorative. Un privato cittadino ha così avuto l’idea di lanciare una petizione, sottoponendo il tema sulla piattaforma change.com, destinata al sindaco Leonardo Latini.  

“La Lancia di Luce, è un obelisco di 30 metri disegnato dal maestro Arnaldo Pomodoro, l’unica scultura in acciaio mai realizzata dall’artista. Fu Sandro Pertini, in visita ufficiale alle Acciaierie di Terni, a suggerire: “Visto che qui fate queste cose straordinarie e considerato il legame tra la città, perché non fate anche un qualcosa che sia il simbolo di tutto ciò?”. Era il 1984” è scritto all’interno.

“L’opera fu creata per i cento anni delle Acciaierie, e costruita dagli stessi operai che per dieci anni si sono messi a disposizione della loro comunità, per dimostrare al mondo chi erano gli operai ternani. A dirigerli Mario Finocchio, dirigente della ex fonderia.

In questi giorni è stata spenta l’illuminazione su l’Obelisco trasformato in albero di Natale, deturpandolo ferocemente della propria identità e del proprio valore culturale, riconosciuto in tutto il mondo. La lancia, nel pensiero del maestro, doveva essere un faro che illumina il futuro, che dona speranza a chi non ne ha. Non un addobbo natalizio”.

La critica rivolta: “Questa petizione è un atto di sdegno e di richiesta affinché siano tutelate le opere d’arte del nostro paese. La lancia di luce non è un albero di Natale, è arte e identità. Perché la cultura e la storia siano il lascito per le generazioni future”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento