rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

Terni, lavoro di cittadinanza per i soggetti svantaggiati: “Un primo passo per l’inserimento in un contesto lavorativo”

L’assessore al welfare Viviana Altamura: “Un progetto sperimentale che prevede un’indennità pari a 450 euro mensili”

Un intervento di natura sperimentale rivolto alle fasce deboli della popolazione. La giunta comunale di Terni ha approvato una proposta di delibera, su iniziativa dell’assessore al welfare Viviana Altamura, che consente di attivare dei percorsi di tirocinio extracurriculare. La proposta progettuale, denominata ‘Lavoro di cittadinanza’ intende affrontare le criticità presenti, all’interno del territorio, attraverso azioni sinergiche di comunità volte ad ottimizzare le risorse presenti.  

Come viene spiegato all’interno della delibera l’obiettivo è realizzare, limitatamente per il Comune di Terni, delle: “Forme sperimentali di supporto alle fasce deboli , ivi compresi coloro che hanno perso il beneficio del reddito di cittadinanza e non possono accedere ad altre misure, sostenendo le persone attraverso percorsi di inclusione sociale e socio-lavorativi personalizzati volti a favorire l’acquisizione di competenze e di conoscenza  diretta del mondo del lavoro, in modo da rafforzare l’occupabilità  di specifici segmenti di popolazione più debole a rischio povertà”. I percorsi previsti sono complessivamente venticinque.

L’assessore al welfare Viviana Altamura dichiara, a tal proposito: “Siamo davvero soddisfatti come amministratori di aver dato l’avvio ad un progetto sperimentale di questo tipo. I tirocini avranno un’indennità pari a 450 euro mensili e dureranno inizialmente 6 mesi, prorogabili per ulteriori sei. L’importo non è rilevante. Tuttavia l’attivazione di tali percorsi rappresenta un primo importante passo. Infatti, oltre al contesto economico, è fondamentale considerare anche l’importanza dell’inserimento in un contesto lavorativo, che dà al soggetto anche una dimensione sociale. L’auspicio – conclude l’assessore – è che si apriranno all’interno delle aziende dove verranno inseriti, degli spiragli per poter poi convertire il tirocinio in un vero e proprio contratto di lavoro. Ringrazio la direzione Welfare e la dirigente Donatella Accardo per il lavoro svolto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, lavoro di cittadinanza per i soggetti svantaggiati: “Un primo passo per l’inserimento in un contesto lavorativo”

TerniToday è in caricamento