Lavoro a Terni. Reclutamento e selezione cosa fa la differenza: “Attenzione all’uso dei social in modo indiscriminato”

“Il mercato del lavoro non si è mai fermato, siamo alla ricerca di nuove professionalità. Stiamo cercando personale anche in prospettiva per i nuovi mesi e lavorando anche per settembre”

foto di repertorio

Una serie di appuntamenti, gli ultimi virtuali, per permettere agli studenti di poter avvicinarsi al meglio al mondo del lavoro. La Manpower ha infatti organizzato delle iniziative a supporto degli alunni, come ad esempio con i ragazzi dell’IPSIA Sandro Pertini, per permettere loro di poter ricevere informazioni molto utili in ottica futura: “Abbiamo focalizzato l’attenzione sulle competenze soprattutto trasversali da mettere in evidenza nel spendere la propria candidatura – dichiarano Antonella Carosi e Catia Modesti - come ad esempio problem solving, resilienza ovvero la capacità di sapere affrontare le eventuali difficoltà e lavorare in gruppo. Spesso sono maggiormente importanti e premianti rispetto alle competenze tecniche. Le aziende hanno necessità di reclutare persone che possano fare la differenza in gruppo”.

I social media e l’utilizzo in modo indiscriminato

Un concetto fondamentale, in questi casi, risiede nella brand reputation: “L’intervento si è incentrato su come sia importante, per fortuna o purtroppo lo lasciamo dire ai giovani, utilizzare i social media in modo opportuno. Attenzione a quando pubblichiamo qualcosa, l’impostazione della privacy. Prima di colloquiare un soggetto si vanno a consultare i profili su instagram, tik tok, facebook ed instagram. Procediamo con la cosiddetta ricerca attiva ossia andiamo a selezionare parole chiavi direttamente sui social. Se un utente non imposta correttamente i parametri corretti (esempio perito meccanico ndr) ha meno opportunità di essere trovato.

Presumibile anche poter creare un doppio profilo professionale e privato oppure ponderato a determinati valori”. Occhio soprattutto al personal branding: “Qualsiasi cosa viene pubblicato poi potrebbe creare problemi. Ecco perché la brand reputation orienta poi la selezione. Il low profile da ‘bravo ragazzo’ sicuramente è inizialmente più spendibile”. La procedura di reclutamento dunque si sposta sul network: “L’inbound infatti è meno incisivo, molti cv non collimano con i profili ricercati. Si passa direttamente alla ricerca attiva. È naturalmente molto più facile e diretto rintracciare un candidato su linkedin. Inoltre è anche possibile arrivare direttamente al responsabile del personale utilizzando con criterio i social”. Un messaggio positivo e di speranza: “Il mercato del lavoro non si è mai fermato, siamo alla ricerca di nuove professionalità. Stiamo cercando personale anche in prospettiva per i nuovi mesi e lavorando anche per settembre”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento