Le elezioni, il Trio Medusa e il compendio leghista-ternano

Oggi durante la trasmissione Chiamate Roma Triuno Triuno una esilarante “traduzione” degli slogan politici che ci hanno accompagnato negli ultimi mesi

Il Trio Medusa e Francesco Lancia tornano a parlare di ternanità e, stavolta, al centro della puntata di Chiamate Roma Triuno Triuno non poteva che esserci l’argomento del giorno, ossia le elezioni regionali che hanno portato, su tutto il territorio umbro, all’affermazione della Lega.
E così, tra irriverenza e leggerezza, durante la trasmissione di Radio Deejay di stamattina, si è pensato di tradurre in ternano i principali slogan utilizzati da Matteo Salvini, per “ovviare all’accento del nord del leader leghista”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Si è partiti dal più tradizionale dei campanilismi locali: il celeberrimo “Prima gli Italiani” diventa “Prima quelli de Terni poi tutti l’andri, urdimi li perugini”; la domanda retorica “Secondo lei gli italiani sono stupidi?” in ternano diventa “Ma che te pensi che magnanu la breccia?” e l’immancabile “Io dico sempre quello che penso” diventa “So lu fijo de parlinfaccia”.
Il giudizio alla coalizione Pd-5 stelle è lapidario: “Hanno accroccato nu caxxabbubulo bono manco pe lu sciacquatoro”, mentre la frase “Gli elettori hanno capito che le promesse degli avversari erano vane” in ternano diventa “Erano più farzi de la bilancia de lu nocchiaro giù lu stadio”.
Tra l’affidarsi al cuore immacolato di Maria (Qui nun ce sarva manco Bracci) e l’accusa dell’avversario politico di “distrarre l’attenzione dai veri problemi degli italiani”, che diventa “Me parono la ciuetta su lu mazzolo”, anche una delle frasi che meglio rimandano a una batosta difficile da mandar giù: la salviniana “Hanno incassato una sonora sconfitta” non poteva che diventare: “Ce senti cerqua?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento