rotate-mobile
Attualità

Sport a Terni, sessantuno anni dalla scomparsa Libero Liberati: “Ha portato in alto il nome dello sport ternano”

Cerimonia in ricordo del campione presso il cimitero di Terni alla presenza dell’assessore allo sport Elena Proietti

Un simbolo della città, denominato ‘Cavaliere d’acciaio’ o ternano volante per le sue prodezze in moto. Il 5 marzo di sessantuno anni scomparve Libero Liberati, pilota conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo che ha portato in alto, il nome di Terni. Un mondiale all’attivo, sei gare, quattordici podi e tantissimi altri successi per il centauro a cui è stato dedicato l’impianto sportivo cittadino.

Nel corso della mattinata di oggi, domenica 5 marzo, si è svolta una cerimonia in onore di Libero Liberati. Al cimitero di Terni era presente l’assessore allo sport Elena Proietti: “Sessantuno anni fa, alle 13.40 del 5 marzo 1962, ci lasciò il grande "Cavaliere d'Acciaio" Libero Liberati. Oggi abbiamo ricordato al Cimitero di Terni lo storico motociclista diventato, nel 1957, Campione del Mondo nella classe 500 sulla Gilera. Un simbolo della nostra città, che ha portato in alto il nome dello sport ternano e che ci ha lasciato un'eredità enorme”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport a Terni, sessantuno anni dalla scomparsa Libero Liberati: “Ha portato in alto il nome dello sport ternano”

TerniToday è in caricamento