“La vita di un giovane ternano per la legalità”, il sacrificio di Roberto Antiochia diventa un film

Lunedì 8 giugno la cerimonia in questura in occasione del compleanno del poliziotto ucciso nel 1985 nell’agguato di mafia in cui morì anche il commissario Ninni Cassarà

Quest’anno Roberto Antiochia avrebbe compiuto 58 anni. E invece la sua vita fu spezzata il 6 agosto del 1985 in un agguato di mafia in cui venne ucciso anche il commissario Ninni Cassarà.

LEGGI | Il sacrificio di Roberto Antiochia

In occasione del compleanno di questo giovane ternano che ha sacrificato la propria vita in nome della legalità, è stata organizzata una cerimonia in programma lunedì 8 giugno alle 10 presso la questura di Terni.

Il questore, i funzionari e il personale, alla presenza delle autorità cittadine, ricorderanno Roberto Antiochia, “ternano e poliziotto, barbaramente ucciso nell’adempimento del dovere, il 6 agosto 1985, in un agguato di mafia, in cui fu ucciso anche il suo dirigente Ninni Cassarà”.

In questa occasione sarà presentato, in anteprima, un docufilm dal titolo: “Roberto Antiochia la vita di un giovane ternano per la legalità”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento