menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel mondo della cultura ternana, è morto Gianni Manzini. Ecco chi era

Scultore, classe 1935, ha lavorato a lungo anche all'acciaieria. Ha realizzato parte dell'urna che ospita le reliquie di San Valentino all'interno della basilica del patrono della città

Lutto nel mondo della cultura ternana: è morto lo scultore Gianni Manzini, noto anche per avere realizzato nel 2002 le colonne in bronzo dell’altare dell’urna di San Valentino, all’interno della basilica del Santo patrono. Manzini aveva 84 anni ed era nato a Papigno dove ha vissuto fino all’ultimo giorno. E’ stato operaio in acciaieria e ha dedicato tutta la sua vita all’arte. Dagli anni ’Ottanta era socio di merito artistico dell’Accademia internazionale di arte moderna di Roma. Ha realizzato innumerevoli opere in metallo e pietra a Terni e in tutta Italia. Tra le altre occasioni professionali importanti, ha incontrato per la sua arte Papa Wojtyla e ha ricevuto dal presidente della Repubblica Scalfaro l’onorificenza di Maestro del lavoro.

Manzini ha trascorso praticamente tutta la sua vita lavorativa alle acciaierie di Terni dove la fonderia è stata la sua seconda mamma, ma anche insegnato all’Ipsia ‘Sandro Pertini’ e all’istituto d’arte ‘Metelli’. I funerali si terranno domani, 2 settembre, alle 15:30 presso la basilica di San Valentino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento