Una mamma ternana: “Troppi gruppi di ragazzi in giro, no tana libera tutti. La chiusura della scuola non sia vanificata”

La testimonianza: “Più di una volta mi sono imbattuta nella medesima situazione. I genitori dovrebbero far comprendere loro che l’interruzione anticipata è dipesa da motivazioni serie di carattere emergenziale”

foto Passeggiata

“In questi giorni di Fase Due a Terni mi è capitato di assistere a delle scene le quali stridono con i comportamenti da tenere”. La testimonianza è di una mamma ternana che abita nei pressi di uno dei parchi riaperti al pubblico. “Nonostante i controlli siano frequenti credo sia impossibile, ad ogni ora della giornata, poter monitorare gli atteggiamenti di ogni singolo individuo” afferma: “Ecco perché ognuno di noi è chiamato ad un senso civico e di responsabilità diffuso, dopo la fase emergenziale"

La testimonianza: "Mi è capitato di portare mio figlio piccolo alla Passeggiata per farlo divagare un po' dopo le disposizioni previste nei Decreti presidenziali. In almeno due occasioni mi sono imbattuta in gruppi di ragazzi che vi scorrazzavano all’interno, alcuni privi di mascherine e senza mantenere il distanziamento sociale. Ora – sottolineo – capisco le esigenze e le necessità di parte di chi è più giovane e ha vissuto questa fase senza precedenti. Comprendo le necessità di riprendersi, a mano a mano, i propri spazi. Tuttavia mi domando. A cosa servirebbe proseguire la chiusura le scuole se poi ci si ritrova in questo contesto dove i ragazzi si ritrovano in gruppetti anche di dieci, quindici tutti insieme?. Le necessità sono state ben spiegate ed argomentate. Dovrebbero essere i genitori a far comprendere loro che, l’interruzione è dipesa da motivazioni serie di carattere emergenziale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mamma precisa: “Sia chiaro. Nessuna paternale, semplicemente delle mere constatazioni. È necessario che questi ragazzi diano ‘sfogo’ alle tensioni accumulate durante le scorse settimane. Ci sono modi e modi per farlo, soprattutto capendo che il ‘tana libera tutti’ utilizzando un termine tra i più comuni dei giochi praticati, non è al momento in programma”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento