rotate-mobile
Attualità

Maratona di San Valentino, non solo risultati agonistici: così lo sport fa bene al territorio

Trecento presenze alberghiere e 1.500 pasti al ristorante: questi i numeri dell’edizione 2022 che ha portato i podisti e le loro famiglie a soggiornare nelle strutture di Terni e del territorio

L’edizione 2022 della maratona di San Valentino è stata una boccata di ossigeno non solo per il mondo dello sport, ma anche per quello dell’accoglienza turistica e della ristorazione. Dopo i mesi difficili segnati dalla quarta ondata del Covd19, la realizzazione di un evento che ha portato a Terni più di mille atleti provenienti da tutta Italia insieme alle loro famiglie è stato un segnale di ripartenza di cui il territorio aveva bisogno.

Dopo i risultati agonistici, Amatori Podistica Terni traccia infatti un bilancio anche delle ricadute sul territorio della manifestazione e registra 300 presenze alberghiere e 1.500 pasti nei ristoranti locali.

“In tempi normali non sarebbero certo cifre da capogiro: negli anni scorsi ci siamo posti e abbiamo raggiunto obiettivi ben più ambiziosi” dice Luca Moriconi, presidente di Apt. “Ma in tempi di pandemia, sentiamo di aver dato un contributo importantissimo alla ripresa del nostro territorio. Ce lo conferma anche il Ditt, con cui collaboriamo proficuamente da sempre”.

“Le ricadute non sono solo economiche ma anche sociali: c’è un’intera collettività che si mette in moto per una manifestazione importante come questa, che quest’anno ha anche segnato l’inizio degli eventi dedicati al santo patrono di Terni” continua Moriconi.

“In primis le scuole: i 500 studenti coinvolti tra concorso scuole, accoglienza, logistica, realizzazione grafica medaglia e t-shirt dimostrano come la collaborazione con gli istituti scolastici del territorio è andata rafforzandosi negli anni ed è diventata parte integrante della manifestazione.”

“Poi – continua il presidente di Apt -ci sono i 400 volontari e 156 vigilanti di percorso, cuore pulsante dell’organizzazione senza i quali nulla sarebbe possibile”.

Ricadute positive anche in termini di visibilità per il territorio: circa 150 articoli sulla maratona di San Valentino che mettono in luce le attrattività locali come la cascata delle Marmore e i borghi della Valnerina sono usciti su testate nazionali e regionali, riviste di settore e testate online sia italiane che estere. Anche sui social la risonanza è stata importante con più di un milione di utenti raggiunti anche grazie al coinvolgimento di influencer.

“Non possiamo che essere orgogliosi e soddisfatti - conclude Moriconi - Il nostro obiettivo è quello di fare sempre più rete con il territorio per raggiungere risultati sempre migliori: è fondamentale il supporto delle istituzioni, delle forze dell’ordine, degli altri gruppi podistici, delle associazioni di volontari e delle scuole. Insieme possiamo fare sempre di più e sempre meglio per la nostra città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maratona di San Valentino, non solo risultati agonistici: così lo sport fa bene al territorio

TerniToday è in caricamento