rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Sanità in Umbria, Massimo D’Angelo si insedia come Direttore regionale: ecco i punti cruciali del mandato

Il Direttore avrà a disposizione alcuni strumenti come il nuovo Piano socio sanitario regionale, la Convenzione con l’Università, il Piano regionale della prevenzione e il Pnrr Sanità

Un nuovo Direttore regionale della sanità umbra. Ha preso servizio oggi, lunedì 13 giugno, Massimo D’Angelo che aveva già ricoperto il ruolo di Commissario straordinario, durante l’emergenza sanitaria. In accordo con la Presidente Donatella Tesei e l’assessore regionale alla salute Luca Coletto, ha delineato alcuni punti cruciali del suo mandato.

Nello specifico: la riorganizzazione delle aziende ospedaliere in collaborazione con l’assessorato, l’università e i direttori delle aziende. Inoltre l’abbattimento delle liste di attese con una puntuale e trasparente rendicontazione al cittadino; la riorganizzazione di una rete sanitaria che metta l’utente al centro dell’integrazione tra le strutture; la garanzia dell’appropriatezza degli interventi assistenziali riducendo, così al massimo la spesa non necessaria e garantendo l’equilibrio di bilancio; la realizzazione degli ospedali pubblici già oggetto di progettazione; la riorganizzazione del personale ospedaliero e distrettuale nell’ottica di migliorare i servizi offerti al cittadino; il supporto all’assessorato in merito alle relazioni sia con gli operatori del settore sia con i territori.

Per assolvere a tali compiti, il Direttore avrà a disposizione alcuni strumenti come il nuovo Piano socio sanitario regionale, la Convenzione con l’Università, il Piano regionale della prevenzione e il Pnrr Sanità. La Presidente della regione e l’assessore, nel ringraziare quanto fatto dal direttore Massimo Braganti, alla direzione della Asl Umbria 1, hanno augurato un buon lavoro a Massimo D’Angelo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità in Umbria, Massimo D’Angelo si insedia come Direttore regionale: ecco i punti cruciali del mandato

TerniToday è in caricamento