rotate-mobile
Attualità

'Mazzata' Tari, il Comune replica: nessun aumento della tassa sui rifiuti

Bagarre in consiglio comunale: il sindaco spiega che c'è anche stato un risparmio sul servizio complessivo di raccolta ma l'opposizione si scatena

Mazzata Tari sulla movida, tassa alle stelle e panlizzazioni tra Terni e Perugia. Bagarre in consiglio comunale ma ecco  arrivare puntuale la replica dell’amministrazione comunale direttamente dagli uffici finanziari:  “Ma quale ‘mazzata’ sui locali del centro!”. Dal Comune, per bocca del sindaco Latini, si spiega che ‘le tariffe Tari applicate sono esattamente le stesse dello scorso anno e non c’è stato alcun aumento, le tariffe vengono definite – spiegano gli uffici finanziari – sulla base di quanto richiesto da Asm in base di un apposito DPR che fissa il coefficiente di produzione rifiuti per ogni tipologia d’attività con un ‘range’ tra valori minimi e massimi da applicare. In molti casi viene applicato il valore minimo”. In più – si afferma da Palazzo Spada – il servizio di ritiro dei rifiuti, nel complesso, è costato 500 mila euro in meno, il risparmio realizzato sul servizio è stato accantonato in un fondo di garanzia previsto dalla legge per la Tari, a copertura di eventuali minori incassi che poi si sono verificati, perché molti non hanno pagato la Tari. Se fosse stato usato subito per diminuire la Tari, il risparmio per ogni famiglia sarebbe stato irrisorio, quindi si è preferita l'altra soluzione, in considerazione della mole dei mancati pagamenti”. Sul caso un dibattito acceso ieri in consiglio comunale, con l’opposizione che rimarcava come “ai tempi del consigliere straordinario Cufalo il risparmio ammontava a 2 milioni di euro”. In aula il dibattito e gli emendamenti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Mazzata' Tari, il Comune replica: nessun aumento della tassa sui rifiuti

TerniToday è in caricamento