Mercatino del mercoledì a Terni. Fatale: “Trasferimento temporaneo a causa della pandemia”. Gli scenari a breve termine

L’assessore al commercio Stefano Fatale: “Erano state prospettate due location per far fronte alle problematiche derivate dal Coronavirus”. La soluzione Staino per evitare di dividerlo in più giornate

foto di repertorio

Una soluzione temporanea per contemperare alle esigenze legate a sicurezza e salute dei cittadini. L’emergenza Coronavirus ha costretto a rivedere i piani dell’amministrazione comunale. In attesa di una delocalizzazione definitiva – l’inizio dei lavori per la costruzione del PalaTerni – l’assessore Stefano Fatale è intervenuto in ‘Terza commissione’ per fare il punto della situazione:

"L’obiettivo è evitare di creare problemi a livello sanitario, nella delocalizzazione temporanea del mercatino. Abbiamo cercato un posizionamento diverso dal Foro Boario, perché non si poteva rispettare il distanziamento sociale” nel momento in cui si tornerà a piena gittata con tutti gli operatori coinvolti. Due le aree disponibili e sotto la lente di ingrandimento ovvero Aviosuperficie e lo Staino.

“L’ipotesi conclusiva prevede il posizionamento allo Staino dove risiedevano gli spettacoli viaggianti, permettendo così di mantenere le distanze previste e non dividere il mercatino in più giornate. L’area sarà in parte riqualificata: posizionati bagni, collocazione dell’ufficio della nostra polizia locale. Inoltre verrà ripulita dall’erba e da quello che insiste. Abbiamo stabilito con le associazioni e commercianti uno spostamento di ufficio. Alla fine della pandemia dovremo ragionare su dove posizionarlo ed eventualmente verificarne la disponibilità dello Staino, anche in previsione dell’inizio dei lavori del PalaTerni”.

Dopo i quesiti posti dai consiglieri collegati l’assessore Fatale ha risposto: “Ci troviamo in una situazione di emergenza. Il posizionamento dei banchi è stato concertato, conformandosi alle distanze di sicurezza necessarie, permettendo così agli operatori di poter lavorare. Dal 25 maggio probabilmente la Regione Umbria ci permetterà di allargare ulteriormente l’offerta (fino ad ora dedicato ad alimentari e fioristi ndr). A tal proposito occorrerà una nuova collocazione per esigenze di spazio. Al momento la soluzione Staino è l’unica area a disposizione per garantire la sicurezza dei cittadini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento