rotate-mobile
Attualità Centro

Ex mercato coperto: “Rigenerazione urbana, viabilità e riduzione del numero dei parcheggi. Lavoriamo per coinvolgere i cittadini”

La prima commissione consiliare ha approvato l’atto di giunta con sei voti favorevoli e due astensioni. Ora la parola passerà al Consiglio comunale

"Approvazione del progetto definitivo e dello schema di convenzione attuativa dell’opera pubblica inerente all’immobile sito in piazza del mercato meglio noto come “Ex mercato coperto”. Approvazione della sdemanializzazione e declassificazione delle aree destinate a strada pubblica e loro alienazione”. La prima commissione consiliare ha approvato l’atto di giunta, esaminato nel corso della seduta con sei voti favorevoli e due astenuti. Un dibattito di oltre un’ora il quale ha coinvolto i commissari presenti oltre gli assessori Federico Cini, Orlando Masselli ed il funzionario Federico Nannurelli. Ora la parola passerà al Consiglio comunale.

L’assessore Federico Cini ha inaugurato i lavori presentando il documento, prima degli interventi dei presenti nell’aula del Pentagono, in attesa di tornare a Palazzo Spada: “Consegue a tutte le varie disposizioni dell’atto transattivo e sottoscritto con la società Superconti, nell’ambito del complesso di riqualificazione. Si vanno a disciplinare le opere pubbliche, andando a recuperarle e più in generale si procede al restyling in termini di decoro e pedonabilità”.

Spazio dunque ai commissari. La consigliera del Movimento cinque stelle Valentina Pococacio: “Doverosa premessa. Siamo d’accorso sul tema della riqualificazione. Tuttavia occorre avere dei chiarimenti per ciò che concerne l’impatto su viabilità e parcheggi. L’area mi sembra abbastanza congestionata e togliendo delle soste il rischio è quello aumentare le criticità”. Il capogruppo di Senso civico Alessandro Gentiletti: “La questione dei parcheggi è imputabile a questa amministrazione, poiché il progetto originario prevedeva altro. Necessario garantire la viabilità ad una porta del centro, dato che insiste anche una struttura sanitaria da quelle parti”.

L’assessore Federico Cini: “C’è un oggettivo impatto sulla viabilità e parcheggi. La circolazione resta come ad oggi. Riguardo al percorso è sostanzialmente obbligato. Gli stalli attuali non sono a norma”. Il numero attuale è pari a 103, anche se ne sono stati calcolati 82 secondo le normative vigenti. Con il nuovo progetto se ne prevedono 48 complessivi, di cui dodici riservati a diversamente abili. Per Federico Nannurelli: “La questione è abbastanza complessa. Trattandosi di un intervento di recupero urbanistico, in un contesto urbanizzato la progettazione è stata esaminata in modo puntuale. Abbiamo chiesto a Superconti di presentare un progetto definitivo che ricalca le condizioni e prescrizioni del gruppo di lavoro e tiene conto delle indicazioni del livello progettuale precedente. Le problematiche legate alle soste sono evidenti non solo in piazza del Mercato. Alcune vie vicine sono invase dalle autovetture”.

Ulteriori questioni sollevate. Il capogruppo di Terni immagina Paolo Angeletti ha sottolineato la possibilità: “Di realizzare due piani interrati. Non so chi abbia deciso diversamente ma la soluzione appare abbastanza banale”. Focus galleria urbana e spazio a Patrizia Braghiroli di Fratelli d’Italia: “Assolutamente favorevole alla riqualificazione. Tuttavia l’ampliamento è una necessità architettonica o dettato dalla normativa?”. E Michele Rossi di Terni civica che ha aggiunto: “Un progetto di rigenerazione urbana che passerà come l’intervento più importante per il centro, anche se dovrà passare per la creazione di un centro commerciale. Una scelta che ereditiamo dal passato. Ad esempio spingevo per altro come una soluzione di indirizzo culturale o il ripristino dei luoghi”. Sulla galleria: “Si va a storpiare un volume puro con l’appiccico di una scala esterna. Inoltre far passare le macchine sulla pavimentazione pregiata la ritengo una scelta poco sensata”.

La storia del complesso ricordata da Valdimiro Orsini di Azione: “Iniziata nel 2008. Non vedo tantissimi problemi sotto l’aspetto commerciale. La riqualificazione di tutta l’area è altro aspetto positivo. La criticità vera è rappresentata dalla riduzione dei parcheggi, poiché potrebbe scontrarsi con le esigenze dei cittadini. Serve pertanto coinvolgerli e successivamente maggiori controlli da parte della polizia locale”. Soddisfazione espressa da Francesco Maria Ferranti di Forza Italia: “L’amministrazione agisce per risolvere un tema che rappresenta una piaga della nostra città. In passato ho fatto delle conferenze stampa perché i progetti non venissero decisi dagli uffici comunali ma condivisi con dei concorsi di idee, bandi”.

Nuovi chiarimenti da parte di Federico Cini: “Abbiamo tempo per approfondire la questione relativa al regolamentare la sosta. Probabilmente quella maggiormente percorribile è la sosta oraria. Sul tema c’è da lavorare e coinvolgere i cittadini. Stiamo ragionando sul rendering di urbanizzazione. Le licenze commerciali sono successive a quelle edilizie. Al momento non conosciamo i dettagli. Le dimensioni dell’immobile non consentono di poterlo etichettare come centro commerciale”. Infine Orlando Masselli: “Importante che parte della città torni a vivere. C’è l’assenso ed il consenso di tutti i cittadini, compresi coloro i quali avranno una riduzione del numero dei parcheggi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex mercato coperto: “Rigenerazione urbana, viabilità e riduzione del numero dei parcheggi. Lavoriamo per coinvolgere i cittadini”

TerniToday è in caricamento