rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

Mi Rifiuto, cinque anni e mezzo di attività: “Grazie ai volontari ho ritrovato oggetti preziosissimi che fanno parte della mia vita”

Il bilancio dell’associazione di volontari punto di riferimento per la città. Interventi ed annuncio del nuovo responsabile

Una sala gremita, in ogni ordine di posto, ha accolto la conferenza stampa di Mi Rifiuto gruppo civico che opera nel territorio ternano da cinque anni e mezzo. Al termine dell’iniziativa svoltasi nel pomeriggio di oggi, venerdì 13 gennaio, Emiliano Proietti ha annunciato di aver passato il testimone, nel ruolo di responsabile, a Domenico Ceccobelli.

Dopo un primo intervento di Stefano de Majo, la signora Roberta ha portato una preziosa testimonianza: “Mi era stata rubata una borsa con oggetti importanti, ai quali tenevo particolarmente nel corso del 2019. Ho vissuto due anni in piena disperazione. Ho ricevuto una telefonata da parte dei carabinieri che  annunciavano il ritrovamento (2021 ndr). Sono arrivata sul posto, a San Valentino e c’erano i volontari di Mi Rifiuto ad aspettarmi. Una volta scoperto che erano presenti gli anelli e la reliquia perduti, sono scoppiata a piangere. Non potrò mai dimenticare quel momento poiché, grazie a loro, sono riuscita a ritrovare tali oggetti per me cotanto preziosi”.

Successivamente spazio all’assessore Giovanna Scarcia che ha ricordato il ruolo ricoperto dalla polizia ambientale: “Svolge controlli programmatici settimanali e controlla il territorio nei siti sensibili ed in quelli segnalati dai cittadini. Inoltre opera mediante degli appostamenti, spesso in borghese in orari specifici come, ad esempio, nel primo mattino ed orario notturno dove difficilmente una telecamera o una fototrappola riesce ad immortalare la o le persone che lasciano i rifiuti all’incuria. Pertanto si procede ad una contestazione immediata di flagranza. I controlli avvengono tutti i mercoledì ed anche l’apertura dei sacchi è operazione molto importante per risalire ai colpevoli”. L’assessore ha poi aggiunto che: “Le sanzioni sono state aumentate ed il Comune non incassa nulla, poiché gran parte delle risorse vengono incamerate dalla provincia per poi essere investite. La parte restante viene utilizzata per ripulire i luoghi interessati dai rifiuti”.

Il contributo dell’assessore Orlando Masselli: “Segnalare è molto importante, non dobbiamo avere il timore di testimoniare. Occuparsi poi dell’ambiente è cosa di tutti e contribuire è fondamentale anche perché, altrimenti, non si va da nessuna parte. Fa più scalpore un sacco abbandonato che una grande risposta dei ternani con quasi il 78% di raccolta differenziata. L’esempio del gruppo civico ‘Mi Rifiuto’ è determinante attraverso costanza e volontà”.

A seguire l’ingegnere Leonardo Carloni di Asm ha ricordato che: “Siamo passati da una raccolta stradale, a porta a porta. Inizialmente tutto ciò non era stato visto di buon occhio ma ora i risultati sono visibili quanto tangibili. Dal 44% di raccolta differenziata del 2014 ora la percentuale, al 2022, è pari al 77%. La bolletta media si attesta sui 344 euro a famiglia mentre a Terni siamo a quota 314. I volontari sono preziosi, aiutandoci sia sotto il profilo dell’informazione che delle segnalazioni”.

Infine Elisa Sgrò e Silvia Guerrieri hanno ricordato le ulteriori attività social e per i ragazzi. Quest’ultima a breve proporrà ‘Ci vuole un fiore’ per i bimbi dell’infanzia e ‘Artisti del riuso’ per la primaria, inviando mail alle dirigenti scolastiche. Infine il passaggio del testimone con grandi applausi per il responsabile uscente Emiliano Proietti che ha condotto la conferenza stampa, evidenziando numeri ed attività.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mi Rifiuto, cinque anni e mezzo di attività: “Grazie ai volontari ho ritrovato oggetti preziosissimi che fanno parte della mia vita”

TerniToday è in caricamento