Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Mobilità alternativa, obiettivo duemila abbonamenti ai bus: “Sconto da 100 euro”

L’iniziativa del Comune per favorire l’utilizzo degli autobus in città. Salvati: “Vogliamo incrementare la quota dei ticket annuali del 25 per cento”

Sconto di 100 euro sugli abbonamenti ai bus contro l’inquinamento. E’ l’iniziativa del Comune di Terni con l’obiettivo di “avere meno auto in circolazione e migliorare la qualità dell’aria”. Palazzo Spada punta a incrementare il numero degli abbonamenti annuali agli autobus del trasporto pubblico locale di circa il 25%, passando dai circa 1600 attuali a oltre 2000. Lo sconto sarà attivato automaticamente da Busitalia.  

“Un obiettivo che - spiega l’assessore all’Ambiente Benedetta Salvati in una nota - comporterà una ulteriore riduzione della circolazione delle auto ed un conseguente miglioramento della qualità dell’aria. Per ottenere questo risultato il Comune di Terni utilizzerà una particolare scontistica di 100 euro ad abbonamento, grazie a un finanziamento regionale che fa seguito all’accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il risanamento della qualità dell’aria nella Conca ternana”.

Tramite questo finanziamento il Comune di Terni potrà mettere a disposizione un fondo pari a 200.000 euro per ciascuno degli anni 2021-2022-2023, che consentirà, appunto, di applicare uno sconto di 100 euro sul prezzo degli abbonamenti annuali acquistati di qualunque categoria (ordinario, scolastico, senior over 65, universitario).

“Come tutti ricorderanno e come occorre sottolineare sempre, la Commissione Europea ha avviato procedure di infrazione nei riguardi dell’Italia per la non corretta applicazione della Direttiva 2008/50/CE, in riferimento ai superamenti continui e di lungo periodo dei valori limite del materiale particolato PM10 e del biossido di azoto. Questi superamenti dei valori limite del PM10 interessano anche la Regione Umbria limitatamente alla zona della Conca Ternana comprendente i territori dei Comuni di Terni e Narni. Nel dicembre del 2018 il Ministero dell’Ambiente e la Regione Umbria hanno sottoscritto un Accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il risanamento della qualità dell’aria nella Conca ternana, che prevede tra l’altro l’impegno del Ministero a contribuire con 4 milioni di euro all’attuazione da parte della Regione degli impegni previsti nell’Accordo”.

“In questo accordo ci sono anche le misure per favorire il ricorso al trasporto pubblico locale e, quindi, i finanziamenti per gli sconti. Ma non solo ci sono diverse altre misure, in parte già applicate o in corso di applicazione, come ad esempio gli incentivi alla rottamazione delle auto più inquinanti, che stanno avendo un ottimo riscontro e altre iniziative che presenteremo successivamente. Si tratta – dice l'assessore Salvati  – di una sfida culturale, ma soprattutto di un impegno che tutti dobbiamo prenderci nei confronti del nostro territorio per la nostra salute e quella dei nostri figli. Molte abitudini consolidate dovranno necessariamente cambiare a cominciare da quelle sugli spostamenti che dovranno essere meno inquinanti possibile. Da parte nostra stiamo facendo di tutto per incentivare la mobilità sostenibile e il ricorso al trasporto pubblico, compatibilmente con la situazione attuale della pandemia. Ma si tratta di una sfida che sicuramente ci vedrà impegnati anche nei prossimi anni e per la quale chiedo la massima collaborazione dei cittadini nell’interesse di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità alternativa, obiettivo duemila abbonamenti ai bus: “Sconto da 100 euro”

TerniToday è in caricamento