rotate-mobile
Attualità

Terni, i Mondiali di scherma paralimpica verso il PalaDeSantis: “Chiarire le cause che hanno portato ai ritardi dei lavori al PalaTerni”

Interrogazione del capogruppo di Forza Italia Francesco Maria Ferranti: “Mettere in campo qualsiasi azione possibile atta a rientrare nei tempi stabiliti”

I Mondiali di scherma paralimpica potrebbero svolgersi al PalaDeSantis. Una soluzione iniziale, accantonata temporaneamente, poiché l’obiettivo era organizzarli nel nuovo PalaTerni, in fase di completamento. Dal prossimo 2 al 8 ottobre la manifestazione è prevista in città, alla presenza di 450 atleti provenienti da molteplici nazioni. Poiché il palazzetto potrebbe non essere pronto, in previsione dell’evento, gli organizzatori stanno valutando il cosiddetto ‘Piano B’ come si dice in questi casi, ossia il ritorno alla location indicata originariamente.

Il capogruppo di Forza Italia Francesco Maria Ferranti, sul tema, ha presentato un’interrogazione ripercorrendo alcuni passaggi di avvicinamento alla competizione iridata: “Nel corso della mattinata di martedì 18 aprile, si è svolta a palazzo Spada la conferenza stampa ‘Giochi senza barriere, una opportunità di crescita e di inclusione’. Oltre ad essere un grande manifestazione sportiva, a livello mondiale, rappresenta per il Comune di Terni, una importante leva per la promozione anche turistica del nostro territorio”.

All’interno del documento il consigliere ricorda che: “L’amministratore della società Palaterni srl Simon Pietro Salini, nel suo intervento in conferenza stampa, si era dichiarato orgoglioso ed entusiasta che l’inaugurazione del PalaTerni sarebbe potuta avvenire con un una manifestazione di alto prestigio come i campionati del Mondo paralimpici, garantendo così in quella occasione ufficiale il fine lavori dell’impianto in tempo adeguato per consentire al COL di inoltrare la richiesta di variazione del luogo di gara dei campionati – attualmente previsti al Palatennistavolo - alla Federazione Internazionale di Scherma Paralimpica e di completare il PalaTerni, come struttura fruibile al 100% dalle persone con disabilità motoria”.

Ed ancora: “Ospitare le pedane dei mondiali sarebbe, per il nuovo palasport realizzato in Project financing dalla Palaterni con il contributo del Comune e della fondazione Carit, una vetrina importante in grado di fare conoscere questa nuova importantissima struttura, anche molto al di fuori dei confini comunali”. Tuttavia: “In più di una occasione il sindaco di Terni ha dichiarato che: “Il PalaTerni non è pronto e non lo sarà prima dei mondiali paralimpici perché la consegna della struttura è prevista per Ottobre e quindi il palazzetto non sarà funzionale prima di Novembre”.

Pertanto Ferranti chiede: “Di chiarire quali sono le cause che hanno portato a questo ritardo nei lavori. Inoltre se il concessionario Palaterni abbia formalizzato i motivi di questi ritardi, in maniera ufficiale al Comune di Terni”. Ulteriore aspetto: “Nel caso ne siano stati individuati i motivi, mettere in campo qualsiasi azione possibile atta a rientrare nei tempi stabiliti, per fare in modo che la sede dei mondiali possa effettivamente essere il nuovo palazzetto dello sport”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, i Mondiali di scherma paralimpica verso il PalaDeSantis: “Chiarire le cause che hanno portato ai ritardi dei lavori al PalaTerni”

TerniToday è in caricamento