Morta Lidia Secci, era la madre di Sergio ucciso nella strage di Bologna

Aveva 96 anni. E' stata una delle fondatrici dell’associazione nazionale ‘Vittime della strage di Bologna’ di cui fu a lungo presidente suo marito Torquato Secci

E’ morta Lidia Secci, madre di Sergio che perse la vita a 24 anni nella strage di Bologna del 2 agosto 1980. Aveva 96 anni. Lidia Secci è stata una delle fondatrici dell’associazione ‘Vittime della strage di Bologna’ di cui fu a lungo presidente  suo marito Torquato Secci, morto nel 1996. Una donna coraggiosa e di grande forza. Due anni fa partecipò alla cerimonia in ricordo delle vittime della strage. Attese il presidente della Camera, Roberto Fico e gli disse: “Lei oggi ha fatto delle promesse, ora le mantenga”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento