Attualità

Una bandiera arcobaleno realizzata ai ferri per dire “no” all’omofobia

Narni, iniziativa in collaborazione tra amministrazione comunale e alcune realtà associative del territorio: “Sarà l'occasione per raccontare storie di donne, mamme e nonne che lottano quotidianamente per i diritti contro ogni forma di discriminazione e violenza”

Una bandiera arcobaleno realizzata ai ferri dalle donne di Narni per dire no all’omofobia. È questa l’iniziativa “Narni stop omofobia” in programma oggi alle 16 in piazza dei Priori nell’ambito della giornata nazionale dedicata al tema. Un gruppo di donne, debitamente distanziate e con le mascherine per rispettare le norme anti covid, tesseranno con gli antichi ferri da lana una bandiera con i 6 colori dell’arcobaleno che sarà poi unita alla sciarpa multicolore dell’accoglienza, della solidarietà e della condivisione, già realizzata l’anno scorso.

“Narni stop omofobia” è promossa in collaborazione con gli assessori alle pari opportunità, Silvia Tiberti, e ai diritti umani, Alfonso Morelli, con la commissione pari opportunità, l’associazione Esedomani, l’Agedo, Terni Donne, Ancescao centro sociale Narni scalo, l’Anpi, lo Spi Cgil e il coordinamento donne narnese-amerino.

“Sarà l'occasione per raccontare storie di donne, mamme e nonne che lottano quotidianamente per i diritti contro ogni forma di discriminazione e violenza”, dichiarano gli assessori Tiberti e Morelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una bandiera arcobaleno realizzata ai ferri per dire “no” all’omofobia

TerniToday è in caricamento