rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità Narni

Realizzato dai Romani e utilizzato anche da San Francesco: ecco l’antico sentiero Formina

Sabato a Narni l’inaugurazione del percorso turistico dell’acquedotto, con i rappresentanti dell’amministrazione comunale e il professor Stefano Manacorda

E’ stato realizzato dai Romani duemila anni fa ed è stato poi utilizzato anche da San Francesco. Ha sicuramente il fascino della storia la passeggiata del primo tratto dell’antico acquedotto della Formina, a Narni. Sabato alle 9 la presentazione del percorso turistico alla Loggia degli Scolopi di piazza dei Priori, da dove successivamente partirà un’escursione fino alla zona dell’antico acquedotto di epoca romana. Alle 17 e 30 all’auditorium Bortolotti del complesso di San Domenico in Piazza XIII Giugno si svolgerà la presentazione del volume “La memoria dell’acqua. L’acquedotto della Formina della Narnia Romana”. Ne parlerà con gli autori il professor Stefano Manacorda.

L’antico sentiero è stato riqualificato e reso turisticamente fruibile con i fondi del bando Gal vinto dall’amministrazione comunale che ha ottenuto l’importo di 82 mila e 789 euro. L’intervento è consistito nel recupero del sentiero per dare maggior visibilità ad uno dei paesaggi più affascinanti e meglio conservati del territorio. L’obiettivo è stato quello di ricreare il tracciato realizzato dai romani 2000 anni fa e usato anche da San Francesco per raggiungere il Sacro Speco che si trova nella vicina frazione di Sant’Urbano. Oltre ad opere di protezione, bonifica e tabellazione turistica, il percorso è stato collegato con la viabilità ciclopedonale esistente, aumentando così la visibilità di Ponte Cardona dove insiste quello che l’Istituto geografico militare ha individuato anni fa quale Centro Geografico d’Italia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realizzato dai Romani e utilizzato anche da San Francesco: ecco l’antico sentiero Formina

TerniToday è in caricamento