Nubifragi a Terni, "Strade trasformate in piscine olimpioniche". Le opposizioni contro la giunta Latini

Una nota congiunta delle opposizioni in consiglio comunale, riportano l'attenzione del dibattito politico sulla situazione delle strade ternane devastate dalle pioggie e annunciano un'interrogazione.

Il nubifragio che si è scatenato su Terni durante la mattinata di mercoledì 7 ottobre, ha riacceso il dibattito, già piuttosto animato, sullo stato di salute delle strade dell'hinterland ternano che, evidentemente, non reggono all'impatto con le piogge.

A gettare benzina sul fuoco sono i consiglieri di minoranza del Movimento 5 Stelle, Pd e Senso Civico, che in una nota congiunta chiedono spiegazioni alla giunta Latini: "Mentre il centrodestra mette in mano ai privati l’acqua che esce dai rubinetti dei ternani - scrivono i consiglieri - ai cittadini viene lasciata loro malgrado quella sulle strade allagate, che ad ogni acquazzone si trasformano in piscine olimpioniche. Il dovere di un’amministrazione, e dell’assessore alle opere pubbliche, non si esaurisce con il taglio dei nastri di opere progettate e finanziate tramite il lavoro della passata amministrazione"

Una "emergenza" che per i consiglieri di opposizioni sembrerebbe immotivata visto che "Il piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico (anti-dissesto) punta a sbloccare risorse complessive per 14,3 miliardi di euro in 12 anni. Ci chiediamo quindi come stia procedendo il comune in tal senso e annunciamo sin da ora un’interrogazione a risposta urgente per conoscere quanti progetti sono pronti o sono in fase di stesura per scongiurare il continuo allagamento di alcune zone della città che ad ogni temporale diventano impraticabili con gravi disagi per i cittadini e le attività economiche. Inoltre - concludono - interrogheremo il sindaco e la giunta per sapere come il l'ente comunale si sta interfacciando con il consorzio di Bonifica Tevere-Nera per la cura dei fossi e dei corsi d’acqua siti nelle  zone periferiche della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento