Nuova attività a Terni. Una sfida affascinante: “Quartieri sempre più valorizzati. Scommettiamo ed investiamo sul nostro futuro”

‘Al Villaglori’ raddoppia aprendo un pubblico esercizio a Borgo Rivo oltre a quello già presente che riprende il nome della piazza in centro: “Allargheremo la nostra proposta grazie al laboratorio presente nel locale”

foto tratta da facebook

Una nuova sfida affascinante per scommettere sul proprio futuro. I ragazzi di ‘Al Villaglori’ hanno deciso di raddoppiare ovvero aprire un pubblico esercizio a Borgo Rivo. L’inaugurazione si è tenuta lo scorso 7 settembre, mantenendo il medesimo brand con il quale il locale si è fatto conoscere nel centro cittadino.

“La nostra è un’attività a conduzione familiare” raccontano alla nostra redazione di www.ternitoday.it “Il centro non è più quello di una volta, da un punto di vista del movimento di persone. Vogliamo comunque proseguire in largo villa Glori e contestualmente avviare il nuovo percorso a Borgo Rivo. Un’opportunità che ci è capitata quella di prendere in gestione il bar. La periferia – affermano - merita una maggiore attenzione, funziona bene nel rapporto che si instaura da un punto di vista delle relazioni personali. I quartieri, intesi come vere e proprie realtà, sono sempre più valorizzati. Ce ne siamo accorti durante la pandemia l’importanza di poter fruire di esercizi di prossimità. L’obiettivo è stato quello di scommettere sul futuro, mantenendo il medesimo nome”.

Lavori e servizi offerti

Le difficoltà legate al post emergenza sanitaria sono state superate, da un punto di vista prettamente logistico: “I lavori per l’inaugurazione sono iniziati dopo Ferragosto, in breve tempo siamo riusciti ad aprire. Gli operai, seguendo tutte le normative in auge, ci hanno consentito di inaugurare lo scorso lunedì. Rispetto al Villaglori in centro non sono previste le guardie di sicurezza, come è previsto nel progetto DivertiAmoci. Possiamo contare su tavoli per l’occupazione del suolo pubblico. Inoltre ci stiamo muovendo per allargare le nostre proposte anche per i pranzi e le cene oltre che, naturalmente, tutti gli altri servizi offerti”

“Nel locale del Rivo deteniamo infatti un laboratorio che ci consente di poter offrire prodotti variegati ai nostri clienti. Siamo aperti tutti i giorni e nel fine settimana dalle 5,30 alle 3 della notte, insomma praticamente quasi tutto il giorno alternandoci. Complessivamente ci lavoriamo in 6-7 persone in entrambe le attività. Abbiamo un motto – ci tengono a precisare - chiudiamo solo quando l’ultimo cliente lascia il locale poiché è giusto curare ogni singolo dettaglio”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento