Attualità Centro

Nuova attività commerciale a Terni: “Tre mesi di attesa causa pandemia. Finalmente posso realizzare il mio sogno”

Da venerdì 24 luglio al centro ha aperto Piada+ dove sarà possibile gustare piadine ed altre leccornie prelibate preparate per l’occasione

L’attesa è - finalmente - finita, dopo un periodo davvero complesso. L’emergenza sanitaria non ha messo a dura prova soltanto le attività commerciali presenti sul territorio. Ne ha anche minato tutte quelle in procinto di inaugurare, mettendole in discussione sotto molteplici aspetti. Nonostante tutte le difficoltà del caso Vincenzo Pesci ha tirato finalmente un sospiro di sollievo: “Finalmente posso realizzare il mio sogno, la passione di una vita” ossia quell’arte culinaria.

Dalla passione all’azione

A partire da venerdì 24 luglio Piada+ offre un servizio variegato ai clienti: “Ho frequentato un corso base, mi sono da sempre cimentato nel cucinare, una vera e propria passione. L’idea è trasformare l’attività in un qualcosa di più grande ed ambizioso. Al momento sarò impegnato in una duplice veste. A causa delle incognite e le difficoltà ho mantenuto la mia occupazione originaria e contestualmente lavorerò nel locale”. Un passaggio dall’elettronica al cibo molto coraggioso: “Ho voluto fortemente aprire esponendomi anche a rischi.

Naturalmente dovendo inaugurare ad aprile (il Coronavirus ha fatto saltare tutti i piani) poi tutte le spese sono stato costretto a coprirle. E’ stato anche difficile, sotto l’aspetto burocratico, provvedere ad ultimare tutti gli adempimenti, soprattutto in questa fase post lockdown. In questi mesi di chiusura fisicamente non potevamo fare nulla. Dalla ristrutturazione del locale, alle prove di cucina per le attrezzature. Inoltre trovare una ditta disponibile non è stato affatto facile. Ci sono stati ritardi notevoli anche per il lavoro pregresso che dovevano assolvere, causati naturalmente da quelle settimane di stop. Dopo tanta fatica però finalmente siamo riusciti nell’impresa e tutto ciò ha naturalmente generato entusiasmo”.

Piadine ma non solo

Il locale di Vincenzo si prepone di diventare un punto di riferimento non solo per le piadine: “Proporremo cannelloni, crepes, hot dog, panini, tortini di patate, parmigiane all’interno di ciotole in porzioni poco più di un muffin. La finalità è quella di mangiare facilmente a mo’ di take away. Inoltre prodotti particolari tipo gelati confezionati adatti anche per celiaci o senza lattosio. Ci vogliamo puntare e mettere a disposizione di una molteplicità di clienti”. Ma anche piadine: “Poiché ci sono poche attività specializzate e il genere si integra bene con il progetto”. Infine un messaggio che lancia Vincenzo ai lettori: “Se volete godere dei risultati del mio sogno è il posto giusto, passateci a trovare”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova attività commerciale a Terni: “Tre mesi di attesa causa pandemia. Finalmente posso realizzare il mio sogno”

TerniToday è in caricamento