S’illumina di nuovo la lapide che ricorda il luogo in cui morì Libero Liberati

Intervento dell’Asm nei pressi di Cervara, lungo la Valnerina. Latini e Salvati: gesto di grande rispetto e attaccamento alla memoria di un ternano che ha portato nel mondo il nome della città

La lapide a Liberati, foto da Asm Terni

Il nome di Terni è legato a quello di Libero Liberati. Indimenticabile e indimenticato campione ternano del motociclismo che il 5 marzo del 1962 morì in un terribile incidente lungo la Valnerina, nei pressi di Cervara.

Quel luogo è ricordato da una targa che oggi trova una nuova luce grazie all’intervento realizzato nei giorni scorsi da Asm Terni. L’azienda municipalizzata ha infatti provveduto a posizionare un faro che nelle ore notturne illumina la lapide, rendendola visibile a chi transita per la Valnerina.

La lapide era stata spostata di alcune decine di metri negli anni scorsi, a causa della realizzazione del nuovo svincolo per la Terni-Rieti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “Ringraziamo l’Asm per questo piccolo ma significativo intervento – dicono il sindaco Leonardo Latini e l’assessore ai lavori pubblici Benedetta Salvati - perché è un gesto di grande rispetto e attaccamento alla memoria di un ternano che ha portato in alto nel mondo il nome della sua città e il segno una ritrovata sensibilità verso l’identità cittadina che si basa anche sulla tutela e la valorizzazione delle sue memorie condivise”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte di d. Edmund, ecco la "buca assassina" ripianata in fretta, che ha mandato fuori strada il parroco di San Matteo

  • Arresti per droga a Terni, tutti i nomi e le accuse nell'ordinanza del Gip di Terni

  • Svolta nella vicenda di Barbara Corvi, accusato di omicidio volontario un parente del marito

  • Caldo asfissiante a Terni: la temperatura più alta dall’inizio dell’anno. Nel fine settimana arriva il picco di fine luglio

  • Incidente stradale a Terni, tamponamento sul semaforo della ‘discordia’ spento da settimane

  • La cura l’ipertrofia della prostata passa per una tecnica innovativa. L’ospedale di Terni ancora più competitivo con il Greenlight

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento