menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova parete esterna all'ingresso del p.s. del Santa Maria di Terni. Prosegue la collaborazione con la Fondazione Carit

Inaugurata una parete in alluminio per un maggiore confort degli utenti del pronto soccorso. Continua il sostegno della fondazione Carit con il "Santa Maria" di Terni

Sono terminati di lavori per la realizzazione di un parete vetrata in alluminio, grazie al contributo della Fondazione Carit, che garantisce un miglior comfort per gli utenti che si recano in pronto soccorso del "Santa Maria" di Terni.

La pensilina è stata progettata per proteggere gli utenti del pronto soccorso dagli agenti atmosferici, garantendo continui ricircoli di aria attraverso delle griglie microforate inserite su tutta la lunghezza della nuova parete.

"Con 800.000 euro della Fondazione Carit e 470.000 euro del Santa Maria, precedentemente previsti per la sola sala d'attesa dell'Oncologia - si legge in una nota dell'azienda ospedaliera - sono stati programmati, oltre al progetto inizialmente previsto, già deliberato nelle scorse settimane, anche una sala d'attesa immediata per l'Oncologia (inaugurata il 5 ottobre u.s.), la sala d'attesa esterna protetta per il pronto soccorso, la sala d'attesa esterna per le Malattie infettive, la protezione/tettoia antistante il poliambulatorio, la pensilina dal poliambulatorio all'entrata dell'ospedale, il tutto a fine estate/inizio autunno, con gli stessi finanziamenti".

Tutte le sale di attesa, progettate nel pieno rispetto delle normative anti contagio da covid-19, garantiscono una protezione dagli agenti esterni pur tuttavia non essendo strutture chiuse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento