rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Attualità

“Parcheggi, strisce blu e mobilità: nessuna visione di città, solo un’altra gabella per cittadini e imprese”

Nuovi spazi di sosta a pagamento a Terni, l’intervento di Confcommercio: “Impensabile che, nonostante le avanzate tecnologie disponibili, non si riesca a modulare le tariffe per fasce orarie e giornate”

La recente delibera del Comune di Terni in materia di parcheggi a pagamento, riguardante le strisce blu, pone di nuovo la nostra comunità di fronte a scelte amministrative che impattano sul tessuto urbano, sulla sua mobilità e vivibilità, non in termini di una più ampia visione di città, ma come una ulteriore gabella, strumento utile solo per fare “cassa” a spese dei cittadini e delle imprese.

La Confcommercio Terni ritiene indispensabile una decisa inversione di tendenza. Chiediamo alle istituzioni l’attuazione di una pianificazione urbana condivisa e partecipata, da declinarsi in una ottica di mobilità sostenibile. Chiediamo azioni concrete che diano risposte ai cittadini, supportando le trasformazioni delle attività economiche, piuttosto che rincorrere esclusive logiche di bilancio. Terni “città intelligente” dovrebbe evocare un contesto più vivibile, dove la gestione dello spazio pubblico in termini di sostenibilità ambientale sia considerata un primario bene comune. La mobilità di persone e merci in ambienti cittadini e le politiche collegate rappresentano ambiti complessi, condizionando la qualità della vita di una media città come Terni. Se scegliamo la sostenibilità, dobbiamo avere coraggio e convinzione per confrontarci sulle sfide da affrontare, sui modelli socio-economici da perseguire e sul ruolo che le tecnologie digitali e l’innovazione possono svolgere per il miglioramento dei servizi ai cittadini.

Nonostante gli obiettivi del piano della mobilità urbana sostenibile (Pums), i processi di “governance” perseguiti e le azioni messe in campo, non sembrano cogliere una effettiva visione di “Terni green”. L’intermodalità richiede sistemi di trasporto efficienti e la combinazione di molteplici servizi, attualmente non tutti disponibili. Si sono investite risorse ingenti sulle piste ciclabili e le velostazioni: queste ultime pur essendo state installate, non sono ancora attive. Ancora indefinita la pianificazione del trasporto merci in area urbana. La logistica urbana, per effetto dell’e-commerce, rappresenta un settore in rapido sviluppo. Determinanti le politiche per la sosta in centro città. È impensabile che, nonostante le avanzate tecnologie disponibili, non si riesca a differenziare e modulare le tariffe dei parcheggi per fasce orarie e giornate, rispondendo alle esigenze delle diverse categorie di cittadini: residenti, commercianti, visitatori e lavoratori. Non è più tollerabile il fenomeno della sosta selvaggia in centro città, nonostante le continue rassicurazioni di intervento.

La Confcommercio Terni invita l’amministrazione comunale ad un confronto ampio e partecipato con tutti i soggetti interessati per individuare e progettare soluzioni innovative, capaci di dare risposte serie ai temi dei parcheggi e della mobilità cittadina, ai cittadini ed alle imprese, in termini di miglioramento della sostenibilità ambientale della nostra città.

*presidente Confcommercio Terni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Parcheggi, strisce blu e mobilità: nessuna visione di città, solo un’altra gabella per cittadini e imprese”

TerniToday è in caricamento