Nuovo ospedale di Terni, appello al ministro Speranza: intervento straordinario per realizzarlo

La Cisl medici dell’Umbria scrive al titolare della Salute: territorio in sofferenza tra crisi economica e pandemia, questa sarebbe una risposta adeguata

L'ospedale di Terni

Secondo i conti fatti qualche giorno indietro dall’assessore regionale all’urbanistica, Enrico Melasecche, l’investimento per tirare su il nuovo ospedale di Terni – sempre nell’area di Colle Obito – si aggirerebbe tra i 200 ed i 250 milioni di euro. Un mare di soldi per l’Umbria, un oceano profondissimo per Terni. Tanto più che questo è un territorio profondamente provato da “crisi economica e pandemia”.

Per questo la Cisl medici dell’Umbria ha scritto direttamente al ministro della salute, Roberto Speranza, per chiedere “un intervento straordinario per la realizzazione del nuovo ospedale di Terni”.

“Il terremoto del 1997 aveva messo in ginocchio l’Umbria - ricorda il sindacato – e l’intervento diretto del ministro della sanità Rosy Bindi rese possibile la costruzione degli ospedali di Foligno e di Gubbio-Gualdo”. La nota firmata dal segretario regionale generale Federazione Cisl Umbria medici veterinari dirigenti sanitari, Tullo Ostilio Moschini, prosegue quindi con la richiesta al ministro di intervenire sulle risorse comunitarie messe a disposizione per l’emergenza sanitaria da Covid19.

“Oggi ci troviamo in una nuova crisi molto più grave - prosegue la Cisl medici - che riguarda l’economia, il sociale e la sanità e non possiamo non ripensare a quanto è stato fatto allora. La nostra piccola regione non può affrontare da sola l’attuale crisi strutturale, ma solo attraverso l’impegno istituzionale e la solidarietà di chi può intervenire anche in ragione delle risorse comunitarie”.

Da qui la richiesta di intervento per realizzare il nuovo ospedale di Terni, unico presidio in Umbria ormai datato e che necessita di essere ricostruito secondo l’attuale normativa antisismica e le nuove configurazioni funzionali rispetto ai servizi e alle strutture complesse e dipartimentali. “Come Federazione Cisl medici Umbria, sostenuti da tutta la Confederazione Cisl Umbria nella figura del suo segretario regionale generale Angelo Manzotti, chiediamo l’impegno del ministro Speranza per un intervento straordinario che consenta tale realizzazione. Il nuovo ospedale di Terni rappresenterebbe una collocazione strategica per rispondere in modo adeguato ed efficiente alle necessità del territorio. Un territorio in estrema sofferenza tra crisi economica e pandemia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Umbria Arancione | La nuova ordinanza regionale nella sintesi grafica

  • Umbria arancione | Misure restrittive confermate dalla Tesei fino al 29 novembre

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

Torna su
TerniToday è in caricamento