Occhi elettronici attivi per i "parchi sicuri" di Terni. Al via il progetto per aumentare la videosorveglianza

140mila euro di investimento cofinanziati dal ministero dell'interno e 38 nuove telecamere attive, in prevalenza del tipo Speed Dome, collocate in 5 parchi di Terni.

Si chiama "Parchi sicuri" ed è un progetto approvato dal comune di Terni per aumentare il livello di sicurezza nei parchi cittadini ternani, attraverso l'installazione di nuove telecamere di sorveglianza.

L'intervento nei parchi cittadini

Un investimento di circa 140mila euro, cofinanziato dal ministero dell'interno, che prevede l'installazione di 38 nuove telecamere, in prevalenza del tipo Speed Dome, che verranno collocate in 5 parchi cittadini: La Passeggiata (8 telecamere Speed Dome, 2 telecamere fisse); il Parco Ciaurro (6 telecamere bullet, 2 telecamere fisse); il Parco Le Grazie (8 telecamere Speed Dome, 4 telecamere fisse), il Parco Via Martiri della Libertà (4 telecamere Speed Dome); il Parco Lungonera (4 telecamere Speed Dome).

Il progetto "Parchi sicuri" era già stato approvato, per la prima volta, nel mese di giugno del 2018 con una delibera del commissario straordinario, previa condivisione nel comitato di ordine pubblico e sicurezza. Tuttavia, il precedente bando privilegiava i comuni con meno di 10.000 abitanti. Oggi, invece, in ottemperanza alle nuove disposizioni ministeriali, la giunta Latini è riuscita a inserirsi nel solco burocratico che ha consentito di avviare l'iter amministrativo per avere il cofinanziamento del governo.

“La nostra amministrazione - dice l’assessore Giovanna Scarcia - intende rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità e in particolare vuole rendere più efficace il controllo di aree, quali i principali parchi pubblici, che negli ultimi tempi sono purtroppo state interessate da danneggiamenti e atti di microcriminalità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come previsto dal progetto presentato, le immagini registrate dai dispositivi verrano inviate al data center del comune di Terni e per poi essere rilanciate alle centrali operative del comando della polizia municipale, della questura e del comando provinciale dei carabinieri. Fra le forze dell'ordine interessate, si aggiungerà anche la centrale operativa della guardia di finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Maggiore rappresentatività nei confronti del governo. La lettera del sindaco Latini alla presidente Tesei

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento