rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Attualità

Suolo pubblico, niente tassa di occupazione per tutto il 2022: la novità dal Comune di Terni

Incontro tra i vertici di Palazzo Spada e le associazioni di categoria del commercio: bando di ristoro per sostenere le spese degli esercenti. Modifiche alla Ztl per agevolare le consegne a domicilio

Il Comune di Terni continuerà a supportare le attività commerciali sia per quel che riguarda l’occupazione del suolo pubblico che per le consegne a domicilio, anche dopo il termine dello stato di emergenza decretato dal Governo per la pandemia, che – come noto – è stato fissato per il prossimo 31 marzo.

È quanto emerso dall’incontro di stamattina, 24 marzo, tra l’amministrazione comunale rappresentata dall’assessore al commercio Stefano Fatale, dall’assessore alla polizia locale Giovanna Scarcia e dall’assessore all’urbanistica Federico Cini e le associazioni di categoria Confcommercio, Confartigianato, Cna, Confesercenti e Confapi.

L’amministrazione comunale ha espresso la volontà di emanare un proprio bando di ristoro che andrà a sostenere le spese degli esercenti per la tassa di occupazione del suolo pubblico fino al 31 dicembre 2022.

I pubblici esercizi interessati dovranno comunque presentare subito l’istanza di occupazione di suolo pubblico in forma semplificata entro il 31 marzo all’ufficio comunale competente e, successivamente, il Comune provvederà con una propria delibera a definire le modalità del ristoro, anche a seguito di successive interlocuzioni con le associazioni di categoria.

Inoltre l’amministrazione comunale ha confermato la volontà di modificare il regolamento della zona a traffico limitato per consentire a tutti gli esercizi che effettuano consegne a domicilio di continuare a farlo con i propri mezzi anche all’interno della Ztl in fasce orarie predeterminate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suolo pubblico, niente tassa di occupazione per tutto il 2022: la novità dal Comune di Terni

TerniToday è in caricamento