rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Amelia

“La Cena di Hemmaus? Certamente caravaggesca”, parola di Vittorio Sgarbi

L’opera è custodita nella chiesa di Santa Maria Assunta ad Arrone e dal 22 agosto sarà esposta presso il museo civico di Amelia. Se ne parla lunedì durante l’inaugurazione del rinnovato Palazzo Petrignani

Potrebbe essere di Caravaggio la “Cena di Hemmaus” custodita nella chiesa di Santa Maria Assunta ad Arrone. E lunedì 28 giugno alle 11.30 ad Amelia nella sala dello Zodiaco di Palazzo Petrignani in occasione dell’inaugurazione e riapertura al pubblico post restauro, si terrà una conferenza stampa alla presenza del sindaco di Amelia, Laura Pernazza, del sindaco di Arrone, Fabio Di Gioia, e dello storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi.

“In tempi di febbre caravaggesca - spiega Sgarbi - è importante far conoscere un dipinto che il vescovo di Spoleto, Carlo Giacinto Lascaris, alla fine del seicento riteneva di Caravaggio. È un’opera intensa, potente, certamente caravaggesca”.

L’opera sarà esposta al pubblico presso il museo civico di Amelia nel corso di una cerimonia d’inaugurazione in programma il 22 agosto.

In occasione dell’inaugurazione e riapertura al pubblico post restauro di Palazzo Petrignani verrà illustrato anche il collegamento tra la famiglia Petrignani e Caravaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La Cena di Hemmaus? Certamente caravaggesca”, parola di Vittorio Sgarbi

TerniToday è in caricamento