menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Il Messaggero

Foto: Il Messaggero

Operazione antidroga "Alì Park", il plauso bipartisan della politica ternana

Lega e Moviemento 5 Stelle plaudono in coro il lavoro complesso delle forze dell'ordine e gli organi di giustizia regionali:

Non si sono fatte attendere le reazioni della politica all'operazione "Alì Park" che ha decapitato una rete internazionale di spaccio di stupefacenti che come sede centrale aveva eletto Terni. 

“Un passo importante per la sicurezza del territorio e per la salute dei nostri giovani - scrive Barbara Saltamartini, deputata della Lega e commissaria per il partito a Terni - la qualità del lavoro svolto e la perizia degli agenti, impegnati da oltre un anno in questa indagine, testimonia ancora una volta la loro dedizione nel mettere in campo tutte le azioni possibili per migliorare la qualità della vita dei cittadini, dimostrando una fondamentale capacità di presidio del territorio".

“Auspichiamo - prosegue la deputata - che per gli arrestati ci siano pene certe ed esemplari in troppi casi la cronaca ci da contezza di una problematica costante, quella della droga, che riguarda sempre più spesso ragazzi giovanissimi, la situazione è seria e non va assolutamente sottovalutata, ma intercettando i traffici, prima che la merce arrivi nei nostri parchi o nelle nostre piazze, si può veramente interrompere la filiera. Il lavoro da fare è tanto ed anche le istituzioni devono fare la loro parte, a tutti i livelli”.

Alle parole della Saltamartini si aggiunge un nota congiunta dei gruppi di opposizioni in consiglio comunale a Terni. I gruppi consiliari del M5S, del PD e di Senso Civico e Terni Immagina esprimono "un plauso al questore e alle forze dell'ordine per aver dimostrato per l'ennesima volta che Terni non è zona franca. E soprattutto che la soglia di attenzione da parte dello Stato verso la repressione dei fenomeni di spaccio di sostanze stupefacenti è altissima.

Purtroppo - prosegue la nota - nonostante i colpi inferti al mercato dello spaccio, il consumo e l'abuso di sostanze stupefacenti rimane diffuso e fuori controllo. Questo a causa soprattutto del degrado sociale di questa città e dall'assenza di politiche giovanili, di prevenzione e riduzione del danno. Ci fa piacere l'apprezzamento del sindaco e della commissaria leghista per i risultati del ministero degli interni, ma - concludono i consiglieri di opposizione - non dobbiamo dimenticare che purtroppo il mercato dello spaccio fa presto a riorganizzarsi quando esiste una fortissima richiesta di droghe da parte di giovani e meno giovani"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento