Attualità

Comune di Terni, arriva l’ordinanza per un corretto utilizzo dell’acqua potabile. Sanzioni previste fino a 500 euro

Il provvedimento è entrato in vigore da lunedì 3 agosto e si protrarrà fino al prossimo 30 settembre durante la fascia oraria compresa tra le 9 e le 21

Un’ordinanza volta a tutelare il corretto utilizzo dell’acqua potabile. Il sindaco Leonardo Latini ha firmato il provvedimento vigente da lunedì 3 agosto fino al prossimo 30 settembre, nella fascia oraria compresa tra le 9 e le 21. Come si evince all’interno: “E’ fatto divieto a tutti i cittadini di prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extra-domestico ed in particolare per l’innaffiamento di orti, giardini, il lavaggio di automezzi, la pulizia ed il lavaggio di fosse biologiche, con esclusione degli operatori professionali. Al di fuori della fascia oraria suddetta, l’utilizzo dell’acqua potabile deve avvenire comunque in modo da evitare inutili sprechi”.

Inoltre: “I prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per normali usi domestici, zootecnici e industriali e comunque per tutte quelle attività regolarmente autorizzate per le quali necessiti l’uso di acqua potabile. Il riempimento delle piscine – è scritto all’interno - sia pubbliche che private, nonché il rinnovo parziale dell’acqua è consentito in ragione del mantenimento dei parametri di igiene previo accordo sulle fasce orarie da concordare con il gestore della rete di acquedotto”. Infine: “Sono esclusi dalla presente ordinanza i servizi di igiene urbana”. Le sanzioni previste, in caso di violazione dell’ordinanza, sono punite con una sanzione pecuniaria amministrativa da 25 a 500 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Terni, arriva l’ordinanza per un corretto utilizzo dell’acqua potabile. Sanzioni previste fino a 500 euro

TerniToday è in caricamento