Ordinanza anti-alcol a Terni, Confartigianato: "Bene il Comune, ma serve il confronto"

L'associazione si è resa disponibile al dialogo e alla collaborazione per affrontare il problema della sicurezza urbana senza danneggiare i commercianti

Divieto di vendere alcol da asporto in centro. Il neo sindaco Leonardo Latini ha disposto una nuova ordinanza in merito, giustificandola come soluzione a una situazione di emergenza. La Confartigianato di Terni, fin dalla prima emanazione, risalente all’ottobre 2017, aveva affermato che "queste ordinanze, pur volendo agire su un tema urgente e sentito dalle imprese e dai cittadini apparivano troppo limitate rispetto al più ampio problema della sicurezza urbana".

L'associazione, infatti, ci tiene a sottolineare che queste ordinanze impongono sempre più vincoli ai gestori pubblici che non sono il problema, ma una parte rilevante della soluzione. Infatti, non si possono mettere sullo stesso piano le attività illecite e di commissione di reati con le attività lecite e professionali di tanti imprenditori che, essendo un settore economico vivace, sono in grado di produrre occupazione e che creando movimento diventano una risorsa in termini di sicurezza.

È questo il motivo che porta la Confartigianato a suggerire di controllare non i locali, ma i distributori di vendita automatica, dove manca la figura del gestore. "È qui che si concentrano le criticità e dove appare giustificata e opportuna una regolamentazione maggiormente restrittiva e un impegno dei controlli necessariamente superiore", dicono dall'associazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Proprio perché il tema della sicurezza urbana ha bisogno di un approccio ampio e ragionato - conclude la Confartigianato di Terni - l'associazione concorda e sostiene l’impostazione del Sindaco Latini che, mentre in via d’urgenza rinnova le ordinanze precedenti, sul piano ordinario annuncia confronti e approfondimenti in vista di politiche più ampie e articolate nel campo della sicurezza urbana. In questo senso l'associazione ha dato la propria disponibilità al confronto e ha rinnovato l’invio all’amministrazione comunale di un documento su questi temi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento