Ospedale di Narni, due casi di positività non ufficializzati. L'ospedale resta aperto al pubblico

Non c'è stata ancora la conferma della Asl 2, ma la notizia di 2 presunti casi di positività fra i pazienti sta mettendo in agitazione i sanitari. C'è rischio di focolaio anche fra il personale.

La notizia è una di quelle che fa tremare i polsi, perché sembrerebbe che nel nosocomio di Narni siano state riscontrate due positività nel reparto di medicina da parte di altrettanti pazienti. Tuttavia, non essendoci ancora una conferma ufficiale da parte della Asl, l'ospedale continua a essere attivo.

C'è preoccupazione fra il personale dipendente, sanitario (che già lamentava la scarsezza di dispositivi di protezione personale) e non, perché da quanto si apprende, i casi di positività si sarebbero verificati già da diversi giorni. Tuttavia non sarebbero ancora stati presi provvedimenti per isolare quanti, all'interno del nosocomio, sono entrati in contatto con i pazienti positivi. Risulta, inoltre, che allo stato attuale non ci sarebbero in programma azioni di sanificazione e chiusura temporanea del reparto. Pertanto, chiunque volesse recarsi all'ospedale, può farlo senza particolari impedimenti. 

De Rebotti: "Troppa disorganizzazione"

Già nelle scorse ore, il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, aveva lanciato un atto di accusa relativo alla complessiva disorganizzazione nella gestione dei tracciamenti e dei trattamenti dei casi di positività al covid-19. Da quanto si apprende, il primo cittadino di Narni sembra sia andato su tutte le furie dopo la dimissione di un paziente refertato come negativo al coronavirus, poi risultato ancora positivo dopo ulteriori controlli. La situazione sembra essere particolarmente delicata e preoccupante soprattutto per il rischio, quanto mai concreto, della creazione di un focolaio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento