Ospedale di Narni, due casi di positività non ufficializzati. L'ospedale resta aperto al pubblico

Non c'è stata ancora la conferma della Asl 2, ma la notizia di 2 presunti casi di positività fra i pazienti sta mettendo in agitazione i sanitari. C'è rischio di focolaio anche fra il personale.

La notizia è una di quelle che fa tremare i polsi, perché sembrerebbe che nel nosocomio di Narni siano state riscontrate due positività nel reparto di medicina da parte di altrettanti pazienti. Tuttavia, non essendoci ancora una conferma ufficiale da parte della Asl, l'ospedale continua a essere attivo.

C'è preoccupazione fra il personale dipendente, sanitario (che già lamentava la scarsezza di dispositivi di protezione personale) e non, perché da quanto si apprende, i casi di positività si sarebbero verificati già da diversi giorni. Tuttavia non sarebbero ancora stati presi provvedimenti per isolare quanti, all'interno del nosocomio, sono entrati in contatto con i pazienti positivi. Risulta, inoltre, che allo stato attuale non ci sarebbero in programma azioni di sanificazione e chiusura temporanea del reparto. Pertanto, chiunque volesse recarsi all'ospedale, può farlo senza particolari impedimenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Rebotti: "Troppa disorganizzazione"

Già nelle scorse ore, il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, aveva lanciato un atto di accusa relativo alla complessiva disorganizzazione nella gestione dei tracciamenti e dei trattamenti dei casi di positività al covid-19. Da quanto si apprende, il primo cittadino di Narni sembra sia andato su tutte le furie dopo la dimissione di un paziente refertato come negativo al coronavirus, poi risultato ancora positivo dopo ulteriori controlli. La situazione sembra essere particolarmente delicata e preoccupante soprattutto per il rischio, quanto mai concreto, della creazione di un focolaio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento