Ospedale di Terni, oltre quattro milioni e mezzo di investimenti per il potenziamento di Radiologia

Il dottor Passalacqua:"Una volta a regime lavoreremo con due TC in reparto e una al Pronto soccorso, quindi tre macchine TC di ultimissima generazione,  di cui una cofinanziata dalla Fondazione Carit"

Proseguono i lavori di ristrutturazione dell'intera area di Radiologia, situata al secondo seminterrato del corpo centrale dell’ospedale di Terni. Secondo il cronoprogramma, condiviso e concordato dalla direzione aziendale e dal dottor Giovanni Passalacqua, direttore del dipartimento di diagnostica per immagini e radiologia terapeutica e interventistica, entro il mese di novembre tutti gli interventi dovrebbero essere terminati. Il costo complessivo dell'opera è di 4,6 milioni di euro comprensivo dell'acquisto delle nuove apparecchiature.

Gli interventi previsti nell’area di Radiologia

Dopo la sostituzione di una delle due risonanze magnetiche avvenuta a marzo del 2017, nel mese di agosto 2018 al primo piano si erano conclusi i lavori per la realizzazione di una nuova sala angiografica in continuità con la sala ibrida di prossima attivazione, che sarà inaugurata entro marzo. Subito dopo, al secondo piano seminterrato è stato realizzato un ascensore che rende autonomo il servizio TAC da accesso esterno, in modo da consentire un utilizzo regolare e ottimale del servizio. Nel mese di novembre 2018 sono poi iniziati i lavori nella semiala del secondo seminterrato. Ad oggi tutti i lavori stanno procedendo in modo regolare e sono in corso le operazioni di collegamento del sistema di ventilazione e climatizzazione (UTA) a servizio della sala angiografica al piano primo. Nel mese di aprile i cantieri interesseranno l'ex magazzino economale, mentre a luglio è prevista la fine lavori della semiala posta al secondo seminterrato.  

Le dichiarazioni del dottor Giovanni Passalacqua

“Una volta a regime lavoreremo con due TC in reparto e una al Pronto Soccorso, quindi tre macchine TC di ultimissima generazione,  di cui una cofinanziata dalla Fondazione Carit. Il completamento dei lavori programmato a novembre è un traguardo che attendiamo tutti con ansia – conclude il dottor Passalacqua – considerando anche il grado di complessità di tali opere che vedono tutti gli interventi svolgersi senza chiudere alcun reparto e continuando a garantire buoni livelli assistenziali all'intera comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento