Ospedale di Terni e Coronavirus, le misure adottate per evitare il sovraffollamento nei reparti

L’azienda ospedaliera ha adottato, a scopo precauzionale, una serie di misure per evitare il sovraffollamento negli spazi ridotti

Una serie di misure adottate dall’azienda ospedaliera di Terni per evitare il sovraffollamento in spazi ridotti. Provvedimenti a scopo precauzionale dato che, come è noto, non sussiste a Terni alcun tipo di emergenza legata al Coronavirus. Queste le direttive intraprese in tal senso:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • Chiusura del punto prelievi presso la palazzina dei Poliambulatori da domenica 1 marzo. I prelievi saranno effettuati presso i relativi PES di appartenenza come concordato con USL Umbria.
  • Chiusura   immediata  dell’ambulatorio centralizzato di preospedalizzazione presso i poliambulatori garantendo comunque, se necessario, l’attività decentrata.  
  • La portineria esterna – con decorrenza immediata - dovrà consentire l’accesso esclusivo alle persone munite di permesso come dipendente, agli utenti con permesso speciale di invalidità con intestatario del permesso a bordo.
  • Tutti i reparti comprese le terapie intensive dovranno mantenere chiuse le porte di accesso alle unità operative predisponendo un registro al fine di documentare i dati personali, la data e l’orario dei caregiver o dei familiari che vi accedono.
  • Sarà consentita la presenza di un solo visitatore o caregiver o familiare alla volta per ogni paziente; ovviamente non sarà consentito l’accesso e/o permanenza in reparto di persone con evidenti sintomi respiratori.
  • Tutti   i   caregiver   o   familiari     dei   pazienti   hanno   l’obbligo   di   segnalare   la eventuale provenienza dai comuni in quarantena o di fatto aver avuto il contatto stretto. Tale garanzia è estesa in particolare alle ditte o ai singoli soggetti autorizzati all’assistenza diurna o notturna dei malati.
  • Con decorrenza immediata saranno sospese tutte le attività delle associazioni di volontariato ad eccezione di quelle deputate al trasporto dei malati.
  • Aboliti   gli   accessi   diretti   al   pronto soccorso diretto oculistico, cardiologico, orl, ostetricoginecologico e pedriatico.  
  • Presso l’obitorio potranno accedere solo due persone alla volta per ogni defunto.

Per leggere per intero tutte le disposizioni adottate è possibile consultare la delibera 159 all’interno dell’albo pretorio dell’azienda ospedaliera ternana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento