rotate-mobile
Attualità

Biologia molecolare all'ospedale di Terni: “Stabilità e continuità, a fine gennaio gli esami”

La nota dell'azienda ospedaliera dopo l'intervento del vicesindaco Riccardo Corridore: “Organizzazione della struttura dopo i test”

Dopo le parole del vicesindaco Riccardo Corridore, ecco arrivare la risposta dell'azienda ospedaliera Santa Maria di Terni sull’attuale situazione di biologia molecolare. 

“In merito a quanto viene erroneamente riportato da alcuni organi di stampa - si legge nella nota a firma del direttore sanitario Pietro Manzi -, sentito nel merito il professor Ascani, si precisa che la biologia molecolare è una componente delle attività di laboratorio che trova attualmente collocazione presso la struttura complessa di anatomia patologica”.  

“A seguito - continua il direttore sanitario - delle dimissioni di uno dei due tecnici di laboratorio assegnati alla suddetta attività, allo scopo di non determinare disservizio all’utenza, l’azienda ospedaliera ha provveduto, nelle more del reclutamento, alla stipula di un accordo con l’azienda ospedaliera di Perugia per l’assegnazione temporanea massima del 40% delle metodiche. Nel contempo l’azienda aveva già bandito le procedure per il reclutamento di personale dipendente da assegnare alla anatomia patologica, al fine di supportare tale attività di laboratorio. Le prove d’esame sono fissate al 30 gennaio 2024”. 

“Al termine - conclude Manzi - di tale operazione si determinerà l’organizzazione strutturata dell’attività di biologia molecolare con caratteristiche di stabilità, continuità e sicurezza delle prestazioni presso l’azienda ospedaliera di Terni, in grado di accogliere, tra l’altro, anche gli specializzandi dell’università degli studi di Perugia”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biologia molecolare all'ospedale di Terni: “Stabilità e continuità, a fine gennaio gli esami”

TerniToday è in caricamento