Ospedale di Terni, ictus ischemico: “Il trattamento combinato che riduce il tasso di mortalità”

La Stroke unit si è posta l'obiettivo di ottimizzare tutto il percorso diagnostico-terapeutico e assistenziale dell'ictus tramite il coordinamento con la rete territoriale nella fase pre-ospedaliera

ospedale di Terni

La variabile tempo è determinante nel trattamento dell'ictus ischemico. A tal proposito la Stroke unit dell’ospedale di Terni - l'unità di terapia sub-intensiva dedicata all’ictus cerebrale che opera nell'ambito della struttura di Neurologia diretta dal dottor Carlo Colosimo - per il 2020 si è posta l'obiettivo di ottimizzare tutto il percorso diagnostico-terapeutico e assistenziale dell'ictus tramite il coordinamento con la rete territoriale nella fase pre-ospedaliera. 

Accorciare le tempistiche anche nella fase del trasporto in ospedale significa, infatti, ridurre le complicanze e gli esiti clinici, poiché nelle primissime ore dall’insorgenza dell’ischemia è possibile sottoporre il paziente a trattamenti in grado di riattivare il flusso ematico nell’area encefalica in sofferenza, in modo da ripristinare una normale funzione e permettere, quindi, il recupero clinico del paziente.  

Nello specifico presso l'azienda ospedaliera Santa Maria da alcuni anni è attivo un percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale (PDTA) nato dalla collaborazione multidisciplinare di neurologi, medici dell'emergenza, neuroradiologi, radiologi interventisti, fisiatri, neurochirurghi e medici di laboratorio, che permette al paziente giunto in ospedale per un ictus ischemico di essere candidato al trattamento combinato di trombolisi endovenosa e trombectomia meccanica intra-arteriosa che è strettamente tempo-dipendente.  

E' quindi necessario che la fase pre-ospedaliera (trasporto in ospedale) e la fase diagnostica della fase acuta (clinica, laboratoristica e strumentale) si svolgano in maniera coordinata affinché il paziente possa essere trattato nel minor tempo possibile. La trombolisi endovenosa è praticata dal neurologo in Stroke Unit  o già in Pronto Soccorso, mentre la trombectomia meccanica viene effettuata in sala angiografica dall’equipe dei radiologi interventisti, attivi 24 ore su 24 con reperibilità notturna e festiva.

2020-Foto-ColosimoCostantini-2

Franco Costantini: “Il trattamento combinato ha permesso un significativo miglioramento”

"Nel 2018 e 2019 - dichiara il dottor Franco Costantini, dirigente neurologo all’ospedale di Terni -  il numero di persone trattate con le terapie della fase acuta è cresciuto esponenzialmente, superando nel biennio la quota di 120. Il protocollo ha inoltre consentito di ottimizzare le tempistiche delle varie procedure, raggiungendo l’obiettivo di contenere il tempo dall'arrivo in Pronto Soccorso alla trombolisi (door-to-needle) e alla trombectomia meccanica (door-to-groin) entro 60 minuti, con casi di terapia endovenosa a 20 minuti e terapia endovascolare a 40 minuti.

Il trattamento combinato - prosegue il dottor Costantini - ha permesso un significativo miglioramento in oltre l’80% dei pazienti, riducendo il tasso di mortalità, le complicanze e la disabilità residua. In particolare, nelle ultime settimane del 2019 sono stati trattati in tempi molto brevi tre pazienti colpiti da occlusione dell’arteria basilare, gravissima emergenza clinica che può portare al decesso in pochissimo tempo". La Stroke unit di Terni è dotata di sei posti letto con monitoraggio continuo dei parametri vitali e assistenza super-specialistica su più versanti: medico, infermieristico e tecnico-riabilitativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terni Shop, il centro commerciale acquistato da un’azienda leader nel mondo curvabili: “Crescita economica e sviluppo”

  • Gelateria storica di Terni allarga la propria attività: “L’affetto dei clienti una grande spinta per cimentarci nel nuovo progetto”

  • Colpo di coda del virus, 54 contagiati in Umbria: 14 i casi positivi a Terni

  • Uomo disteso a bordo della strada tra lo stupore dei passanti a Terni, intervengono due pattuglie dei carabinieri

  • Infastidiscono la fidanzata, lui tenta di difenderla e viene pestato dal branco: in ospedale

  • Un posto in banca, il Monte dei Paschi di Siena assume: 250 posti di lavoro, opportunità anche in Umbria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento