Coronavirus, gli ottanta ternani in isolamento. L'atteso annuncio: "Revocate le misure cautelative"

Le ultime novità sulla situazione creatasi a seguito del week end svoltosi in Lombardia. L'attesa di nuove comunicazioni che non sono arrivate a tutti i coinvolti

Isolamento fiduciario verso la revoca. Al momento, infatti, non tutti i genitori sono stati interpellati. I fatti sono ormai noti: grandi e piccini appartenenti ad alcune squadre di una società ternana si sono recati in Lombardia. Un viaggio concretizzatosi tra sabato e domenica scorsa, dopo che il club si era preoccupato di constatare eventuali impedimenti – esclusi nella giornata di venerdì - legati al Coronavirus.

Dal ritorno a Terni, alla decisione di far presente la situazione agli organi preposti, fino ad arrivare alla giornata di ieri. La telefonata dell’USL (verso le 20,15 ndr) che di fatto liberava parenti e familiari, i quali non avevano partecipato al viaggio consentendo loro di interrompere la ‘quarantena’.

“Al momento – spiega uno dei genitori – sto aspettando la chiamata. Stamattina il dirigente della nostra società ci aveva avvisato che l’isolamento sarebbe stato revocato. Non posso uscire di casa finché non arriverà la comunicazione. Mi sento frequentemente con gli altri papà della nostra squadra, solo a qualcuno è arrivata la telefonata. Auspicavamo anzi auspichiamo che venga fatta chiarezza mediante un comunicato ufficiale per cristallizzare la situazione”. Ricordiamo che ieri sera l’unità sanitaria aveva disposto di restare a casa, fino a domenica 1 marzo, a chi aveva partecipato alla due giorni tra Zingonia e Bergamo. Gli altri parenti e familiari, come detto sopra, potevano tornare a svolgere le proprie attività quotidiane. 

Aggiornamento 

Con una nota ufficiale diramata nella serata odierna la USL comunica: “La revoca delle misure cautelative comunicate telefonicamente nella giornata del 24 febbraio. Ringraziando per la collaborazione – si legge al suo interno – ricevuta nel percorso prudenziale intrapreso, legato agli eventi, da tutti conosciuti che hanno interessato anche i luoghi oggetto della visita della squadra di calcio, tra l’altro in continua evoluzione”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento