Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Via Giuseppe di Vittorio

PalaDiVittorio, dalla gloriosa storia recente al buio attuale: “Del nuovo bando di assegnazione non c’è traccia alcuna”

La parte esterna della struttura è oggetto di lavori di restyling in via di completamento. L’interrogazione presentata dal Movimento Cinque Stelle sollecita sindaco e giunta sullo stato di agibilità del palazzetto e lo stato di manutenzione

Un passato ‘glorioso’ ed un futuro tutto da scrivere. Il palazzetto dello sport di via Giuseppe Di Vittorio ha ospitato alcune delle società che hanno fatto la storia recente dello sport ternano. Dapprima il Ceffas poi divenuto Circolo Lavoratori Terni, formazione militante nel campionato di A2 di pallamano. Poi il CLT maschile (calcio a 5) capace di arrivare, in più di una circostanza, alla poule scudetto. Senza dimenticare la stagione 2009/2010 della Leo Basket con il palazzetto che ospitò i Play Off di Serie C1, per poi proseguire con il Circolo Lavoratori Terni maschile di pallavolo (Serie B). Infine, solo in ordine temporale, la Ternana Femminile del futsal la quale ha conquistato due scudetti ed una Supercoppa di Lega. Passato importante, dunque, e futuro ricco di incognite. Per cercare di risollevare il comparto, in attesa dell’inaugurazione del PalaTerni, occorrono anche delle strutture adeguate ad ospitare gli eventi. In tal senso il PalaDiVittorio è l’unico, in città, ad avere le dimensioni minime per poterlo fare seppur, come accaduto in passato, ricevendo delle deroghe.

I consiglieri del Movimento Cinque, a tal proposito, sollecitano sindaco e giunta sullo stato di agibilità del palazzetto e lo stato di manutenzione. I pentastellati, nell’interrogazione a carattere di urgenza ricordano come: “In una delle sedute di giunta comunale del gennaio 2021 sono state deliberate le direttive per l'avvio della nuova procedura ad evidenza pubblica, con lo scopo proprio di individuare il soggetto cui affidare in gestione l’impianto”. Ed ancora: “Tale procedura si era messa in moto perché al bando precedente aveva partecipato un solo soggetto che non ha però formalizzato l'istanza completa per la partecipazione al progetto “Sport e periferie 2020” e al relativo finanziamento. Per questo il procedimento di affidamento non si era perfezionato. Era stato deciso di dare il via ad un nuovo affidamento il quale, tra i criteri, prevedeva anche una ipotesi di progetto di riqualificazione del centro sportivo”. Al momento, trascorso quasi un anno: “Del bando non c’è traccia”. Pertanto i consiglieri ne chiedono le motivazioni, estendendo tale richiesta all’amministrazione di Palazzo Spada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PalaDiVittorio, dalla gloriosa storia recente al buio attuale: “Del nuovo bando di assegnazione non c’è traccia alcuna”

TerniToday è in caricamento