PalaTerni, il progetto fa scuola e arriva tra i primi sei finalisti di The Plan Award

A settembre la proclamazione dei vincitori, il commento di Simon Pietro Salini: questo traguardo deve essere motivo di orgoglio per tutta la città ed esempio di come il lavoro tra pubblico e privato possa essere virtuoso  

Il nuovo PalaTerni fa già scuola. Il progetto è stato infatti selezionato nella short list tra i primi 6 finalisti, sezione Sport&leisure/Future (strutture sportive e ricreative), di The Plan Award 2020. Si tratta del premio annuale promosso dalla rivista di architettura The Plan che “mira a promuovere la conoscenza e la qualità del lavoro di progettisti, accademici e studenti nei settori di architettura, design e urbanistica. Il premio, giunto alla sua sesta edizione, è aperto alla partecipazione di professionisti e studenti, appartenenti al mondo dell’architettura, dell’urbanistica, del design e dell’ingegneria, che singolarmente o in gruppo possono candidare opere realizzate e future”.

Nel mese di settembre a Milano ci sarà l’evento con la proclamazione dei vincitori. Il progetto sarà realizzato in concessione dalla Palaterni srl di Milano ed è stato progettato dal Team Baldi Margheriti Associati e Sintagma. Il cantiere è prossimo all’inizio.

The Plan Award 2020 è un premio internazionale di architettura a cura della rivista The Plan a cui partecipano i più importanti studi progettazione. A questa edizione hanno aderito più di 400 studi di architettura, design e urbanistica. La giuria internazionale è composta da figure di rilievo nei campi dell’architettura, urbanistica e design: Raymund Ryan (Museum of Art di Pittsburgh), Maurizio Labibi (Hammons School of Architecture), Yehuda Safran (critico d’arte/Columbia University), Li Xiangning (Urban Planning della Tonji University), Michael Webb (critico d’arte e saggista), Margherita Guccione (direttrice dipartimento architettura del Maxxi) oltre a Martha Thorne, Benedetta Tagliabue, Valerio Paolo Mosca e Winka Dubbeldam.

“Siamo molto orgogliosi – commenta Simon Pietro Salini, presidente Salc Spa e di Palaterni Srl – che il nuovo Palaterni sia nella short list finalisti di The Plan Award. Un progetto architettonico di straordinaria importanza e di respiro internazionale, che pone la città di Terni sul palcoscenico delle più importanti città europee. Un’opera di forte riqualificazione e rigenerazione urbana che creerà un nuovo spazio all’interno della città e sarà fondamentale nel progetto di visione di una nuova Terni, green, all’avanguardia, dotata di strutture e sistemi moderni ed efficienti. Essere tra i 6 finalisti conferma l’importanza del lavoro di squadra e della sinergia creatasi tra la nostra società, il Comune di Terni, architetti e progettisti, oltre al lavoro di ascolto e recezione delle esigenze del territorio e della comunità che lo popola. Questo traguardo deve essere motivo di orgoglio per tutta la città ed esempio di come il lavoro tra pubblico e privato possa essere virtuoso”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Coronavirus, la regione Umbria rivede la zona ‘gialla’. A Terni crolla il dato degli attuali positivi: oltre centoventi guarigioni

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento